Messina

Messina la città dove sono nato: realizzato da Missinisi33

CIAO…..A TUTTI

CHI SIAMO: Siamo lavoratori precari con mansione di “Ausiliario Socio Sanitario Specializzato operante nei servizi Socio-Assistenxiali” impegnati nella sanità pubblica e dal 1991 ricopriamo i posti vacanti in pianta organica presso l’A.O.U. Policlinico di Messina e in tutte le altre Aziende Sanitarie messinesi e siciliane

———————————————————————–

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI MESSINA

(scad. 14 novembre 2011)

Avviso pubblico, per titoli e prova di idoneità, per la copertura di 43 posti di ausiliario specializzato addetto ai servizi socio assistenziali.

In esecuzione della deliberazione n.3137/CS del 26/9/2011 e’ indetto avviso pubblico, per titoli e prova di idoneità, per la copertura di n.43 posti di Ausiliario Specializzato  addetto ai Servizi Socio assistenziali. Il termine per la presentazione delle domande   redatte esclusivamente per via telematica utilizzando l’applicazione informatica  disponibile nel sito dell’Azienda, all’indirizzo: http://www.asp.messina.it, scade il trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sulla  Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (G.U. n. 82 del 14-10-2011). Il testo integrale del bando con l’indicazione dei requisiti e delle modalità di partecipazione al concorso e’ pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana – Serie Concorsi – n.12 del 30/9/2011 e sul sito internet Aziendale www.asp.messina.it  Per ulteriori informazioni rivolgersi al Settore Gestione Risorse Umane – Gestione Dotazione Organica e assunzione Personale – tel. 090/3652704 nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 11,00 alle ore 13,00.

Messina il, 15 ottobre 2011

———————————————————————–

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI MESSINA

 Avviso pubblico, per mobilità regionale e, in subordine, interregionale, per la copertura di 28 posti di ausiliario specializzato addetto ai servizi socio assistenziali (scad. 10 novembre 2011).

In esecuzione della deliberazione n. 3136/CS del 26 settembre 2011 e’ indetto avviso pubblico, per  mobilità regionale e, in subordine, interregionale, per la copertura di ventotto posti di ausiliario specializzato addetto ai servizi socio assistenziali. Il termine per la presentazione delle domande redatte in carta semplice e corredate dei documenti prescritti, scade il trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (G.U. n. 81 del 11-10-2011). Il testo integrale del bando con l’indicazione dei requisiti e delle modalità di partecipazione ai concorsi e’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana – Serie Concorsi – n.  12 del 30 settembre 2011 e sul sito internet aziendale www.asp.messina.it  Per ulteriori informazioni rivolgersi al settore gestione risorse umane-gestione dotazione organica e assunzione  personale – tel. 090/3652704 – nei giorni di martedi’ e giovedì dalle ore 11,00 alle ore13,00.

Messina il, 12 ottobre 2011

———————————————————————–

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI MESSINA

Concorso, per titoli e prova d’idoneità, a n. 43 posti di ausiliario specializzato addetto ai servizi socio-assistenziali (in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4ª Serie Speciale – Concorsi).

          Con deliberazione n. 3137/40A del 26 settembre 2011, è indetto concorso pubblico, per titoli e prova d’idoneità, da espletarsi con le modalità previste dall’art. 49 della legge regionale 5 novembre 2004 n. 15 e dal D.P.R.S. del 5 aprile 2005, per la copertura a tempo indeterminato di n. 43 posti di ausiliario specializzato addetto ai servizi socio-assistenziali (categoria “A”).

Domanda di ammissione

          La presentazione delle domande avverrà esclusivamente per via telematica, utilizzando una specifica applicazione informatica disponibile nel sito dell’Azienda, all’indirizzo, http://www.asp.messina.it che permetterà la registrazione di un nome utente e di una password.

IL BANDO E’ STATO PUBBLICATO SULLA Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana  N. 12-Venerdì 30 settembre 2011- Serie Concorsi http://www.gurs.regione.sicilia.it/Gazzette/concorsi/g11-12c.pdf

N.B.  la domanda di partecipazione deve essere effettuata entro il trentesimo giorno successivo a quello di pubblicazione dell’estratto del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie Speciale – Concorsi.

CLICCA PER VISIONARE IL BANDO DI CONCORSO IN FORMATO WORD

Messina il, 01/10/2011

______

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI MESSINA

Mobilità regionale/interregionale, per titoli e colloquio, per la copertura di n. 28 posti di ausiliario specializzato addetto ai servizi socio-assistenziali (in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4ª Serie Speciale – Concorsi).

          È indetto, in esecuzione della delibera n. 3136/a del 26 settembre 2011 avviso pubblico, per titoli e colloquio, di mobilità, in ambito regionale ed interregionale, per la copertura di n. 28 posti di ausiliario specializzato addetto ai servizi socio-assistenziali (categoria “A”).

          La presentazione delle domande avverrà esclusivamente in via telematica, compilando l’apposito modulo, utilizzando una specifica applicazione informatica disponibile all’indirizzo http://www.asp. messina.it.

          La procedura di compilazione ed invio on-line della domanda deve essere effettuata entro il termine perentorio delle ore 24 (ora italiana) del trentesimo giorno successivo a quello di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

          Il testo integrale del presente avviso è pubblicato all’albo dell’Azienda sanitaria provinciale di Messina e nel sito dell’Azienda all’indirizzo http://www.asp.messina.it.

L’AVVISO E’ STATO PUBBLICATO SULLA Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana  N. 12-Venerdì 30 settembre 2011- Serie Concorsi http://www.gurs.regione.sicilia.it/Gazzette/concorsi/g11-12c.pdf

Messina il, 01/10/2011

———————————————————————–

Oggi, non sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale Regione Sicilia N. 7-Venerdì 27 maggio 2011- Serie Concorsi, i concorsi di Ausiliario Specializzato Socio Sanitario PROMESSI, DAI SINDACATI, DALL’ASSESSORE REGIONALE ALLA SANITA’ dott. RUSSO E DALL’AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI MESSINA.

L’A.S.P. di Messina, l’Assessore Regionale alla Sanità dott. Russo e i Sindacati continuano a prendere in giro?

———————————————————————–

ASSESSORATO REGIONALE DELLA SALUTE

PER VISIONARE CLICCA DECRETO 29 dicembre 2010. Soglia massima di ISEE di esenzione alla partecipazione al costo delle  prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale dall’1 gennaio 2011 e sino al 31 dicembre 2012.

N.B. A decorrere dall’1 gennaio 2011 e sino al 31 dicembre 2012, la soglia massima ISEE di esenzione alla partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale è di euro 11.000,00, invece per l’acquisto dei farmaci rimane invariato ad euro 9.000,00.

———————————————————————–

ASSESSORATO REGIONALE DELLA SALUTE

PER VISIONARE CLICCA DECRETO 20 dicembre 2010. Approvazione della dotazione organica dell’Azienda ospedaliera Ospedali riuniti Papardo Piemonte di Messina.

———————————————————————–

Articolo pubblicato dalla C.G.I.L. di Messina

http://www.cgilmessina.it/FullNewsBox.aspx?news=2323

martedì, 28 dic 2010

Sanità e occupazione. I precari occupano la sede dell’Asp 5

Messina. Sanità: i precari occupano la sede dell’ASp 5. la cgil chiede che vengano messi a concorsi anche i posti per le figure precarie rimaste escluse.

Si attendono risposte concrete dall’assessore Russo.

(U.S.Cgil ME) – 28 dic ’10 – I precari delle strutture sanitarie della provincia di Messina che stamattina, convocati dalla Fp e dal Dipartimento salute della Cgil provinciale, manifestavano davanti alla sede dell’ASP 5 di Via La Farina, al termine dell’incontro con i vertici dell’azienda sanitaria hanno deciso di occuparne la sede. Motivo dell’eclatante gesto, l’esclusione tra le figure professionali messe a concorso dei ruoli precari tra i quali gli Ausiliari e la mancata concertazione sui concorsi.

“Sono circa 900 gli Ausiliari della sanità che lavorano con contratti a tempo determinato nella sola provincia di Messina. Non comprendiamo come si sia potuto decidere di escludere queste figure e altre figure professionali precarie dai posti messi a concorso – spiega Clara Crocè, segretaria generale della Fp Cgil di Messina-. Fermo restando che solo oggi, a seguito della nostra manifestazione, abbiamo appreso questa novità che altrimenti sia l’Asp che l’assessorato regionale si erano dimenticati di comunicare alle organizzazioni sindacali”.

La protesta odierna alla quale oltre alla Crocè erano presenti Melo Pagana, della segreteria Fp responsabile comparto sanità, Franco Di Renzo e Mimmo Carnevale del Dipartimento salute della Cgil provinciale, era stata indetta contro il mancato avvio della concertazione sulle quote dei posti vacanti da coprire tramite procedure concorsuali e sulla percentuale da riservare alle procedure di mobilità intra ed extra regionale.

A preoccupare fortemente la Cgil la data del 31 dicembre 2010 dopo la quale entrano in vigore una serie di forti restrizioni – il blocco del turn over legato al Piano di rientro e la riduzione del 50% dei contratti precari legati al Patto di stabilità- che, ad oggi, paiono volere colpire solo i precari e in particolare gli ausiliari.

“L’occupazione dell’Asp andrà avanti ad oltranza finché non otterremo dall’assessore Russo garanzie scritte circa l’inserimento entro il 31 dicembre tra le figure messe a concorso di quella degli ausiliari e di tutte le altre figure precarie escluse”, spiegano i dirigenti sindacali della Cgil.

Nel pomeriggio a seguito di un’apertura al dialogo e a possibili soluzioni concertate, i lavoratori hanno sospeso l’occupazione in attesa di un incontro tra le parti promesso dal direttore amministrativo in accordo con ‘assessorato regionale.

Messina il, 28/12/2010

———————————————————————–

Sotto E-mail inviata alla C.G.I.L. di Messina, per avere notizie in merito alle assunzioni di personale del comparto a tempo indeterminato, l’emanazione dei bandi ERA PREVISTA per il 20 dicembre 2010.

“COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”

Per visitare il nostro blog: precariinvisibilimessina.myblog.it

E-mail: precariinvisibili@tiscali.it

Alla cortese attenzione di Clara Crocè e di Grazia Maria Pistorino,

stasera presso la vostra sede si è tenuta una assemblea in merito al reclutamento di personale del comparto a tempo indeterminato, da assumere  presso le Aziende Sanitarie Provinciali (ASP), le Aziende Ospedaliere e le Aziende Ospedaliere Universitarie della Regione Sicilia, per la copertura dei posti disponibili di Ausiliario socio sanitario.

Visto che girano voci contrastanti sulla riunione tenuta in data odierna 20 dicembre 2010, vi chiediamo se è possibile avere notizie in merito, da poter pubblicare nel nostro blog.

Cordiali Saluti

—-Messaggio originale—-
Da: precariinvisibili@tiscali.it
Data: 20/12/2010 20.08
A: <fpcgilme@tin.it>, <messina@flcgil.it>
Ogg: Reclutamento di personale del comparto a tempo indeterminato

——

Sotto la conferma che il messaggio inviato è stato letto, ma ad oggi non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione da parte della C.G.I.L. di Messina.

Conferma del messaggio inviato a
<fpcgilme@tin.it>; <messina@flcgil.it> alle 20/12/2010 20.08
Il messaggio è stato visualizzato nel computer del destinatario Da: Clara Crocé[claracroce@libero.it] alle 20/12/2010 22.51

Questa è la ricevuta di ritorno del messaggio inviato
Destinatario: fpcgilme@tin.it, messina@flcgil.it
Oggetto: Reclutamento di personale del comparto a tempo indeterminato
Inviata: 20.12.2010 20:08
Nota: questa Ricevuta di ritorno attesta solamente che il messaggio è
stato visualizzato nel computer del destinatario Da: messina@flcgil.it. Non c’è pertanto alcuna garanzia che il destinatario abbia letto o compreso il suo contenuto.

Conferma del messaggio inviato a
<fpcgilme@tin.it>; <messina@flcgil.it> alle 20/12/2010 20.08
Il messaggio è stato visualizzato nel computer del destinatario Da:  FP Ambiente [fpambiente@tin.it] alle 21/12/2010 11.02

Il messaggio A: precariinvisibili@tiscali.it
Oggetto: Reclutamento di personale del comparto a tempo indeterminato
Inviato: 20-dic-2010 20.08
è stato letto Da:dolores.dessi1@virgilio.it [dolores.dessi1@virgilio.it] il 21-dic-2010 14.47

———————————————————————–

Articolo pubblicato sul quotidiano on-line di Messina “Il Normanno”

http://www.normanno.com/articolo.php?id=AS2010-12-09-1710#

09.12.2010 – [NEWS]

VIA LIBERA AL RECLUTAMENTO A TEMPO INDETERMINATO NELLE AZIENDE SANITARIE PROVINCIALI

Lo rende noto il Dipartimento salute della Cgil che chiede riconoscimento per i precari.
Finalmente una nota di stampa per annunciare non licenziamenti ma posti di lavoro. A tempo indeterminato.

Così la Cgil di Messina commenta la notizia, in qualche modo uscita già durante il Convegno sulla sanità organizzato dallo stesso sindacato lo scorso 18 novembre, del via libera da parte dell’Assessorato regionale alla sanità al reclutamento di personale nelle aziende sanitarie provinciali.

Con due distinte note del 3 dicembre 2010, una relativa al reclutamento di personale dirigenziale a tempo indeterminato e l’altra relativa al reclutamento di personale del comparto sempre a tempo indeterminato, ha autorizzato le Aziende Sanitarie Provinciali (ASP), le Aziende Ospedaliere e le Aziende Ospedaliere Universitarie della Regione Sicilia ad emanare entro il 20 dicembre 2010 i concorsi pubblici per la copertura dei posti disponibili di dirigente medico e sanitario nonché di personale di comparto (infermieri, ausiliari, amministrativi ecc.).

In sede di concertazione con le organizzazioni sindacali dovrà essere definita eventualmente (infatti le due note citando una sentenza del Consiglio di Giustizia  Amministrativa non la ritengono obbligatoria) la percentuale dei posti da ricoprire mediante il ricorso alla mobilità.
I concorsi possono essere banditi anche nelle more dell’approvazione delle nuove dotazioni organiche da parte dell’Assessorato.

In Provincia di Messina ciò significa per alcune figure professionali che possono essere ricoperti:

  • 227 posti di dirigente medico (104 posti presso l’AOU di Messina, 123 presso l’ASP l’AO Papardo-Piemonte);
  • 325 posti di infermiere (251 posti presso l’AOU di Messina, 52 presso l’ASP e 22 presso l’AO Papardo-Piemonte);
  • 208 posti di ausiliario specializzato (186 posti presso l’ASP e 22 presso l’AO Papardo-Piemonte);
  • 35 posti di assistente amministrativo (21 posti presso l’AOU di Messina, 8 presso l’ASP e 6 presso l’AO Papardo-Piemonte).

Per il Dipartimento Salute della Cgil di Messina occorre procedere rapidamente non solo con l’emanazione dei bandi prevista per il 20 dicembre 2010 ma con l’espletamento dei concorsi, evitando per il personale di comparto la possibilità di svolgere i concorsi raggruppandoli per bacino (“Bacino Sicilia Occidentale” e “Bacino Sicilia Orientale”, in quanto ciò rischierebbe di allungare i tempi: più snella sarebbe una procedura concorsuale svolta dalle singole aziende.

Inoltre per la Cgil, occorre trovare e prevedere, nel rispetto delle norme di legge e costituzionali, un adeguato riconoscimento al servizio prestato nelle singole aziende dal personale precario dirigenziale e di comparto, per consentire a tale personale dopo lunghi anni di incertezza finalmente di “stabilizzarsi”.

Meglio e più opportuna sarebbe stata da parte della Regione emanare in tempo una Legge Regionale che consentisse a tali lavoratori precari di essere assunti attraverso procedure di stabilizzazione e non concorsuali.

 

—–

Articolo pubblicato dalla C.G.I.L. di Messina

http://www.cgilmessina.it/FullNewsBox.aspx?news=2307

martedì, 07 dic 2010

Sanità assunzioni

L’Assessorato Regionale della Salute con due distinte note del 3 dicembre 2010, una relativa al reclutamento di personale dirigenziale a tempo indeterminato e l’altra relativa al reclutamento di personale del comparto a tempo indeterminato, ha autorizzato le Aziende Sanitarie Provinciali (ASP), le Aziende Ospedaliere e le Aziende Ospedaliere Universitarie della Regione Sicilia ad emanare entro il 20 dicembre 2010 i concorsi pubblici per la copertura dei posti disponibili di dirigente medico e sanitario nonché di personale di comparto (infermieri, ausiliari, amministrativi ecc.). In sede di concertazione con le organizzazioni sindacali dovrà essere definita eventualmente (infatti le due note citando una sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa non la ritengono obbligatoria) la percentuale dei posti da ricoprire mediante il ricorso alla mobilità.

I concorsi possono essere banditi anche nelle more dell’approvazione delle nuove dotazioni organiche da parte dell’Assessorato, fermo restando che l’immissione in servizio dei vincitori potrà aver luogo dopo l’approvazione delle dotazioni organiche e la definizione delle procedure di ricollocazione di eventuali esuberi nel rispetto del D.A. numero 1794 del 04.09.2009.

In Provincia di Messina ciò significa per alcune figure professionali che possono essere ricoperti 227 posti di dirigente medico (104 posti presso l’AOU di Messina, 123 presso l’ASP ); 325 posti di infermiere (251 posti presso l’AOU di Messina, 52 presso l’ASP e 22 presso l’AO Papardo-Piemonte); 208 posti di ausiliario specializzato (186 posti presso l’ASP e 22 presso l’AO Papardo-Piemonte); 35 posti di assistente amministrativo (21 posti presso l’AOU di Messina, 8 presso l’ASP e 6 presso l’AO Papardo-Piemonte).

Occorre procedere rapidamente non solo con l’emanazione dei bandi prevista per il 20 dicembre 2010 ma con l’espletamento dei concorsi, evitando per il personale di comparto la possibilità di svolgere i concorsi raggruppandoli per bacino (“Bacino Sicilia Occidentale” e “Bacino Sicilia Orientale” ricomprendenti le aziende ricadenti nelle rispettive provincie e previsti dalla Legge Regionale 5/2009 all’art. 5, comma 9), in quanto ciò rischierebbe di allungare i tempi: più snella sarebbe una procedura concorsuale svolta dalle singole aziende.

Per la Cgil e Di Renzo, “Occorre trovare e prevedere, nel rispetto delle norme di legge e costituzionali, un adeguato riconoscimento al servizio prestato nelle singole aziende dal personale precario dirigenziale e di comparto, per consentire a tale personale dopo lunghi anni di incertezza finalmente di “stabilizzarsi”. Meglio e più opportuna sarebbe stata da parte della Regione emanare in tempo una Legge Regionale che consentisse a tali lavoratori precari di essere assunti attraverso procedure di stabilizzazione e non concorsuali”.

Francesco Di Renzo

Dipartimento Salute CGIL Messina

———–

 

IRCCS – CENTRO STUDID NEUROLESI “BONINO PULEJO” –  Messina

In data odierna è stata pubblicata la graduatoria del concorso di O.S.S.

GraduatoriaOSS.pdf

Messina il, 31 maggio 2010

———————————————————————–

CASA DI OSPITALITA’ COLLEREALE – MESSINA

Esito finale esami CONCORSI A1 a t.d.

In data odierna 07/05/2010 hanno avuto termine TUTTE le prove sostenute dai candidati riguardanti le tre selezioni per l’assunzione a tempo determinato categoria A1. Di seguito si possono scaricare gli esiti.

Scarica questo file (Esito definitivo prove esami - Concorso A1 a t.d. CUCINA.pdf) Concorso A1 a t.d. CUCINA – Esito FINALE152 Kb

Scarica questo file (Esito definitivo prove esami - Concorso A1 a t.d. LAVANDERIA.pdf) Concorso A1 a t.d. LAVANDERIA Esito FINALE153 Kb

Scarica questo file (Esito definitivo prove esami - Concorso A1 a t.d. REPARTI RESIDENZIALI.pdf) Concorso A1 a t.d. REPARTI RESIDENZIALI Esito FINALE

————

CASA DI OSPITALITA’ COLLEREALE – MESSINA

Sono state pubblicate le graduatorie definitive di:

Ausiliario nei Reparti Residenziali e Addetto alle Pulizie;

Addetto alla Lavanderia;

Addetto in Cucina.

Per visionare le graduatorie clicca sotto: http://www.collereale.it

ERRATA CORRIGE – Graduatoria DEFINITIVA Ausiliario Reparti residenziali –

Graduatoria DEFINITIVA – Ausiliario di cucina – AMMESSI –

Graduatoria DEFINITIVA Ausiliario di cucina – ESCLUSI –

Graduatoria DEFINITIVA – Ausiliario di lavanderia/lingeria – AMMESSI –

Graduatoria DEFINITIVA – Ausiliario di lavanderia/lingeria – ESCLUSI –

Graduatoria DEFINITIVA – Ausiliario Reparti residenziali – AMMESSI –

Graduatoria DEFINITIVA – Ausiliario Reparti residenziali – ESCLUSI –

Messina il, 19 aprile 2010

———————————————————————–

 

I.P.A.B. OASI CRISTO RE ACIREALE

Graduatorie relative alle selezioni, per titoli e prova d’idoneità, per assunzioni a tempo determinato di personale appartenente a vari profili professionali N. 2-Venerdì 26 febbraio 2010- Serie Concorsi.

Si comunica agli interessati che nel sito internet www.oasicristore.com  sono state pubblicate le graduatorie degli idonei e l’elenco degli esclusi relativi alla selezione di cui alla Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana n. 7 del 31 luglio 2009, per i profili di:

“Addetta di lavanderia lingeria stireria e guardaroba” cat. B1;

“Operaio generico” cat. A1;

“Portiere custode centralinista” cat. A1;

“Ausiliari di cucina” cat. A1.

Il segretario: Rigano

Graduat. Ausiliari di cucina

Graduat. Ausiliari di cucina Elenco esclusi

Graduat. portiere centralinista custode

Graduat. portiere centralinista custode Elenco esclusi

Graduatorie addetto lavanderia etc.

Graduatorie addetto lavanderia etc. elenco esclusi

Graduat. Operaio generico

Graduat. Operaio generico Elenco esclusi

———————————————————————–

 

Azienda Sanitaria Provinciale – ex A.U.S.L. n. 5 di Messina

Graduatoria definitiva pubblicata in data 04/01/2010 per la figura professionale di “Ausiliario Specializzato addetto ai Servizi Socio Assistenziali”

———————————————————————–

Noi eravamo contrari alla stabilizzazione perché i criteri che volevano adottare non rispettavano le leggi finanziarie, abbiamo avuto molte critiche per questo, tanti nostri colleghi stabilizzati non riuscivano e non riescono a capire i nostri motivi di questo nostro dissenso.

I 47 colleghi (che non saranno mai stabilizzati in nessuna Azienda Sanitaria) iscritti con la C.G.I.L. di Messina, che erano in servizio al 31 dicembre 2007 presso l’A.O.U. Policlinico di Messina, si sono mai chiesti:

quali sono i veri criteri da adottare per la stabilizzazione del personale?

Questo problema non riguarda soltanto gli Ausiliari Specializzati Socio Sanitari di Messina, ma interessa anche gli infermieri e i tecnici, che sono rimasti e rimarranno fuori da qualsiasi bando di stabilizzazione, in tutta la Sicilia i criteri sono uguali, pertanto tutto il personale sanitario è nella stessa situazione.

———————————————————————–

“COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”

Per visitare il nostro blog: precariinvisibilimessina.myblog.it

E-mail: precariinvisibili@tiscali.i

Articolo pubblicato a pag. 6 del quotidiano “Liberazione del 24 luglio 2009, scritto dalla giornalista Gemma Contini.

Mercato del lavoro allo sbando nella pubblica amministrazione, con tanti “precari invisibili”

Il doppio binario della sanità siciliana per stabilizzare qualcuno e affondare altri

Si può essere precari per vent’anni (dal 1991) e per di più di serie A o di serie B, ovvero i “salvati” e i “sommersi”?

i primi premiati con decreti di stabilizzazione ad hoc, i secondi condannati a stare appesi a vita alla corda a doppio cappio delle raccomandazioni e dei privilegi o, viceversa, dell’arbitrio e delle esclusioni?

La risposta purtroppo è sì!

In questo Paese può avvenire.

Anzi, in una precisa area d’Italia: la Sicilia, regione a statuto speciale con autonomia legislativa piena, è esattamente quello che sta avvenendo per i lavoratori precari

per alcuni lavoratori precari, quelli senza santi in paradiso

– assunti a tempo determinato nei servizi socio-assistenziali dell’Azienda Ospedaliera Policlinico di Messina.

Azienda sanitaria locale di primissimo piano, essendo quella che gestisce il Policlinico, cioè la struttura ospedaliera annessa all’Università della Città dello Stretto.

Punto quei vent’anni o poco meno intercorsi tra oggi e il 1991, quando cominciarono le prime assunzioni temporanee che solo più tardi, prima con il “pacchetto Treu” e dopo con la “riforma Maroni” del mercato del lavoro, si cominceranno a chiamare “tempo determinato”, “cococo”, “cocopro”.

Erano assunzioni fatte in sostituzione di maternità, malattie e ferie, vale a dire periodi di assenze prolungate e quasi sempre programmabili, a cui subentravano attività di supplenza per riempire i buchi della Pubblica amministrazione di cui la Sanità è parte sostanziale e sostanziosa. E le assunzioni venivano fatte su chiamate nominative o “numerarie”, secondo i bisogni e i ruoli da ricoprire, attraverso l’Ufficio di collocamento gestito dai sindacati, poi scomparso e sostituito dalle Agenzie per il Lavoro.

E’ la storia di Adele, diplomata, assunta per la prima volta nel 1991, che oggi ha un figlio che va all’università, un divorzio alle spalle che  significa nessun’altra risorsa su cui contare, e dopo 58 mesi di attività accumulata a trasi e nesci, cioè un po’ lavorando e un po’ stando a casa -che nell’insieme fanno quasi cinque anni di lavoro effettivo, per quanto discontinuo – quando viene “chiamata” riesce a racimolare 1.100 euro di stipendio mensile.

Stessa storia per Piera, licenza media, due figli maggiori a carico perché disoccupati, assunta anche lei nel ’91, con 58 mesi di “anzianità saltuaria” e salario da millecento euro al mese;

o per Maria, un figlio disoccupato, che dal 1995 è riuscita ad accucchiare  61 mesi di lavoro, in tutto un po’ più di cinque anni.

Stessa situazione per Carmelo, licenza media, senza figli ma con moglie disoccupata a carico, assunto per la prima volta nel 1995, che in tutto ha racimolato 52 mesi, pari a quattro anni e quattro mesi di attività discontinua diluita negli ultimi 14 anni.

Idem per un altro Carmelo, diplomato, due figli minori studenti e una moglie senza lavoro a carico;

ed anche per Angela, diploma di scuola media, un figlio studente universitario e il marito invalido al 100%;

o per Silvana, diplomata, un figlio studente.

Tutti assunti con contratto a tempo determinato a partire dal 1995, inquadrati contrattualmente al terzo livello come ausiliari specializzati nei servizi sociosanitari.

Tutto con quei millecento euro che qualche mese entrano e qualche mese no, con cui fare i conti per sopravvivere.

Un po’ meglio, ma di poco, la situazione di Rosa, assunta nel 1998 ma che è riuscita a lavorare un po’ più continuativamente, accumulando “ben 64 mesi” di anzianità discontinua.

Ciononostante, anche lei è rimasta fuori dalle graduatorie di stabilizzazione con cui il commissario straordinario, al quale la Regione aveva affidato le sorti e la “normalizzazione” del nosocomio universitario, avrebbe dovuto procedere a riempire i vuoti in organico tenendo conto dell’esperienza e dell’anzianità complessiva raggiunta. Invece a questo punto sono andate attorcigliandosi in un groviglio inestricabile una serie di norme per la stabilizzazione nei precari della pubblica amministrazione. Norme stabilite a livello nazionale con le leggi Finanziarie che si sono susseguite, che fissavano “i paletti” della  stessa stabilizzazione:

quelli che avevano almeno 36 mesi di anzianità (tre anni) anche discontinui entro il 30 settembre del 2007;

quelli che erano entrati in graduatoria sulla base dei titoli di studio e dell’anzianità maturata; quelli che potevano cumulare il servizio militare e via dicendo.

Poi c’erano state delle “regole” stabilite dalla Regione siciliana – anche per i vincoli finanziari di ripiano  imposti dallo Stato alle regioni con il bilancio sanitario in dissesto come il Lazio e la Sicilia

– in particolare nominando l’assessore Massimo Russo, proveniente dalla Magistratura, prescelto dal governatore Raffaele Lombardo come “tecnico” super partes per cercare di mettere ordine e freni nell’allegra gestione della Sanità, pubblica e convenzionata, orchestrata da tutti gli uomini del suo predecessore Totò Cuffaro.

Regole fissate anche con l’accordo dei sindacati, ad esempio stabilendo che non ci fossero “proroghe” ai contratti a termine che andavano in scadenza, in modo che l’Azienda ospedaliera dovesse attingere alla graduatoria fissata per “farla scorrere”, al fine di consentire a tutti gli aventi diritto l’opportunità di maturare l’anzianità minima di 36 mesi complessivamente totalizzati per accedere alla stabilizzazione.

In assoluta deroga a quei criteri, i vertici sanitari hanno invece proceduto a “confermare” chi volevano, escludendo pregiudizialmente  altri, che stavano in coda, e precostituendo una sorta di “doppio binario”, accorciando il vincolo dei 36 mesi maturati nei soli ultimi cinque anni, cioè solo per chi il lavoro l’aveva concentrato nell’ultimo periodo, e non per chi (i più anziani o comunque quelli entrati prima) aveva suo malgrado subito una più larga diluizione nel corso dell’intero arco di lavoro svolto presso lo stesso Policlinico.

Insomma, figli e figliastri, privilegi ed esclusioni, senza alcun rispetto  per i diritti e il comune senso di giustizia;

orchestrando così l’ennesima guerra tra poveri disgraziati, portati in questo modo a vedere il nemico nel proprio compagno di lavoro “privilegiato” anziché in una amministrazione pubblica iniqua e in un sistema di potere “per pochi” e non “per tutti”.

Eppure, l’assessore alla Sanità Massimo Russo, essendo stato un magistrato di prima fila, sa bene che «la legge è uguale per tutti».

Ma è stato o sarà in grado, e vorrà applicarla, in questo specifico caso, rispettando quel comandamento?

Gemma Contini

24 luglio 2009

 

(PER LEGGERE L’ARTICOLO PUBBLICATO SU “LIBERAZIONE” CLICCA QUI)

———————————————————————–

“COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”

Per visitare il nostro blog: precariinvisibilimessina.myblog.it

LETTERA APERTA A TOTO’ RIINA

Carissimo Zù Totò,

siamo lavoratori precari “STORICI” con mansione di “Ausiliario Specializzato Socio Sanitario operante nei servizi Socio-Assistenziali”, impegnati nella sanità pubblica presso l’A.O.U. Policlinico di Messina e in tutte le altre Aziende Sanitarie messinesi, e dal 1991 ricopriamo i posti vacanti in pianta organica, non sostituendo i colleghi assunti a tempo indeterminato per effetto di malattia, infortuni, maternità, etc., siamo stabilmente inseriti in una effettiva e precisa organizzazione del lavoro aziendale, infatti noi svolgiamo la nostra attività su 3 turni lavorativi (mattina, pomeriggio, notte e festivi, e dove richiesto la reperibilità).

[…………….]

Siamo costretti ad accettare “una ipotetica” possibilità di impiego che ci viene offerta, quella di un lavoro precario, nel quale si annullano i più elementari diritti alla dignità della persona, che produce il vivere in una situazione di costante instabilità in cui ci è negata di fatto la possibilità di costruire il nostro futuro.

Viviamo precariamente da anni nella Pubblica Amministrazione in una condizione di disagio economico, siamo madri e padri di famiglia, per ragioni della nostra età, diventerà ancora più difficile il futuro anche a breve termine.

[…………….]

Sì, siamo preoccupati e anche, a volte, indignati per come questo patrimonio di esperienza, umanità, questa professionalità di donne e uomini che lavorano nelle strutture Sanitarie non viene considerata.

Come ci reinventeremo un’altra professione a 40-50 anni?

Ma poi, come si può intraprendere una nuova professione?

Che cosa faremo se saremo esclusi dal mondo del lavoro?

Noi non ci diamo pace, non troviamo nessuna risposta rassicurante, abbiamo paura all’idea del futuro, all’idea di non poter più esercitare più un lavoro che adoriamo e che ci ha tanto gratificato, ogni giorno ci domandiamo:

in quanto lavoratori con contratti di lavoro a scadenza per quanto tempo ancora potremmo farlo?

cioè per quanto tempo ancora ci possiamo sentire parte attiva del Servizio Sanitario?

[…………….]

Nessuna forza Politica e Sindacale si fa carico seriamente del nostro problema, per darci concrete risposte alle nostre “Sacrosante” e Legittime richieste di centinaia di lavoratori precari di ogni qualifica della Sanità Messinese.

I Sindacati DOVREBBERO tutelare gli interessi dei lavoratori, ma non sempre è cosi, un lavoratore, da solo, difficilmente riesce ad ottenere un posto di lavoro, specialmente quando ci sono interessi personali.

Da anni ormai i Sindacati se ne fregano di adempiere al proprio ruolo, la difesa dei diritti di tutti i lavoratori.

Zù Totò, Dove sono i Sindacati Confederali?

La lotta al lavoro precario dovrebbe essere l’ovvia priorità di un Sindacato, Cgil, Cisl, Uil, CSA della CISAL, CONFSAL/SNALS-CISAPUNI, FSI, FIALS, RdB-Cub, etc

Il ruolo dei Sindacati dovrebbe essere quello di dare “voce” ai lavoratori e di ridurre i casi di discriminazione tra lavoratori, ponendo così un freno all’aumento della disuguaglianza a cui stiamo assistendo in questi anni.

Stiamo assistendo ad un cambiamento del sindacato dei lavoratori, non si occupano più dei lavoratori, ma di POLITICA, PATRONATO E DI ANZIANI, i quali compongono la maggior parte dei loro iscritti.

Zù Totò, TUTTI I GIORNI ci poniamo una domanda:

dove sono i Sindacati quando noi PRECARI CHIEDIAMO IL LORO AIUTO?

Quando si usa il proprio potere Politico e Sindacale per agevolare alcuni lavoratori al danno di altri lavoratori, l’uguaglianza dei cittadini viene violata, perché chi può usare di strumenti di pressione conta di più del semplice cittadino che dispone solo del voto. Quando i gruppi di pressione giungono a disporre di influenza o addirittura di controllo sulla stampa e sui mass media e l’opinione pubblica viene manipolata, la democrazia è distrutta dal suo interno.

Abbiamo paura all’idea di essere sacrificati alla legge:

delle Raccomandazioni;

delle Spartizioni dei posti di lavoro fra Sindacati, Politici e Amministratori;

della disuguaglianza fra lavoratori;

delle ingiustizie che dobbiamo subire.

Tremiamo all’idea che fra qualche giorno, mese, o anno diventeremo Ex Precari Ausiliari Specializzati Socio Sanitari, “no per legge”, ma per interessi personali.

[…………….]

A questo punto la conclusione dei precari invisibili non può essere che interrogativa:

ma a Messina perché non si può assumere a tempo indeterminato?”.

La Ringraziamo per la cortese attenzione e Le porgiamo distinti saluti.

Messina il, 23 giugno 2009 “COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”

( PER LEGGERE LA LETTERA PER INTERO CLICCA QUI )

———————————————————————–

Articolo pubblicato sul quotidiano Liberazione del 30 giugno 2009 pag. 4, scritto dalla giornalista Gemma Contini.

“Lettera aperta” dei “precari invisibili e di serie B” della sanità siciliana che si rivolgono a Riina

Provocazione ignobile e funesta: «Carissimo Zù Totò, pensaci tu»

Gemma Contin

Ci sono notizie di cui non vorremmo mai occuparci. Chiariamo subito che non si tratta né degli orrori di qualche sito pedopornografico, né degli ingaggi di qualche minorenne nel circo pedestre del premier.

Siamo costretti nostro malgrado a occuparci di una “lettera aperta” di un sedicente “Comitato Precari Invisibili e di Serie B”: «lavoratori precari “storici” con mansioni di “ausiliari specializzati socio-sanitari operanti nei servizi socio-assistenziali”, impegnati nella sanità pubblica presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico di Messina e in tutte le altre Asl messinesi».

La “lettera aperta” è stata inviata a Totò Riina, boss mafioso capo dei corleonesi rinchiuso in un carcere di massima sicurezza in regime di 41-bis, responsabile di vent’anni di stragi mafiose in terra di Sicilia e in Italia; vent’anni di “mattanza” conclusi con gli attentati del 1993 in cui ci lasciarono le penne non solo due magistrati come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, ma anche Francesca Morvillo, gli uomini e le donne delle rispettive scorte, e tanta gente comune che ha perso la vita nelle bombe intimidatorie con cui la mafia credeva di poter piegare la vita democratica dell’Italia, in via dei Georgofili a Firenze, o in via Palestro a Milano, o nei tentativi non riusciti a Roma, al Velabro, a San Giovanni, in via Fauro, allo Stadio Olimpico.

La “lettera aperta” di questi egregi signori sedicenti “precari storici della sanità in Sicilia” (e già questo è tutto un programma, per chi conosce le vicende siciliane, per capire di che precari possa trattarsi) è del tutto simile e parallela alla famigerata “bara” innalzata da certi sedicenti “operai edili” nelle manifestazioni e nelle provocazioni di piazza di vent’anni fa a Palermo, quando su quell’osceno tabbuto nero qualcuno scrisse che le istituzioni non danno lavoro e la mafia sì.

Questa lettera, «inviata con 3000 e-mail ai Sindacati della Triplice e autonomi; ai segretari provinciali, regionali e generali; ai politici locali, provinciali, regionali e nazionali; alle istituzioni comunali, provinciali, regionali e nazionali – precisano puntigliosamente i suggeritori che stanno dietro gli autori – e a tutti i ministri di competenza; al presidente della regione Sicilia e a tutti gli assessori; a tutte le aziende sanitarie, alla stampa, eccetera eccetera», comincia con un: «Carissimo Zù Totò».

Già questo fa rivoltare lo stomaco e tutti i visceri. E chissà quanto stupefatto sarà di questo ingrato compito che ci costringe oggi a occuparci di un tale scritto, il dottor Giuseppe Linares, capo della Squadra mobile di Trapani, appena qualche giorno fa preso di mira dai mafiosi di Matteo Messina Denaro, succedaneo locale dei Riina e dei Provenzano, che hanno scritto su un muro dell’autostrada la loro ennesima minaccia: «Più Capaci Meno Linares». Tanto per dire che mai, mai, in nessun momento, anche solo malauguratamente – per uno stupido incidente di percorso o per qualche manipolazione che andrebbe meglio individuata – può passare per la testa di qualcuno l’idea di rivolgersi a uno “scannatore” come Totò Riina per chiedere giustizia e diritti.

Solo gente politicamente stupida ed economicamente analfabeta (se di questo si tratta, e non altro) può far finta di non sapere che è proprio al di sotto della “linea della palma” – tanti anni fa individuata da Leonardo Sciascia, che non si sa in questo momento dove sia arrivata – dove le mafie allignano e hanno “storicamente” allignato, che si è “storicamente” avuto lo sviluppo più basso e precario, più assoggettato all’arbitrio e alla volontà dei mafiosi e dei potenti locali, in quel meccanismo perverso che lega le clientele ai ricatti elettorali, i favori ai vincoli, l’economia sana al racket.

E poi, cari “precari storici” della sanità messinese, nessuno può fare finta di non sapere come si entra in Sicilia negli ospedali, nelle università, e nel caso specifico al Policlinico dell’Università di Messina, anche solo nelle liste di ausiliari socio-sanitari a tempo determinato.

E se non di analfabetiismo economico, si tratta di stupidità politica. Perché nessuno può far finta di non sapere chi ha gestito la sanità in Sicilia, a meno che questo Zù Totò a cui si rivolgono i “precari storici” non sia Totò Riina ma Totò Cuffaro, medico, legato da antica amicizia a tanti bei medici mafiosi come Giuseppe Guttadauro, e a tanti imprenditori della sanità convenzionata come l’ingegner Ajello, il proprietario di Villa Santa Teresa di Bagheria dove è stato curato ben nascosto Binnu Provenzano, condannato a 14 anni per associazione mafiosa in primo grado di giudizio al processo per le “talpe in procura”. Altro grandissimo amico di Totò Cuffaro.
Una stupidità politica di portata epocale, se impedisce di vedere che i responsabili del disastro in cui è piombato il mondo del lavoro sono i ministri della Funzione pubblica Renato Brunetta e del lavoro Maurizio Sacconi, che tutto stanno facendo per tenere fuori dalla stabilizzazione i precari del pubblico impiego, a cominciare proprio dalla scuola e dalla sanità.

Ma per i “precari storici” della sanità siciliana questi non sono, evidentemente, i responsabili delle loro condizioni di vita e di lavoro. Perciò si rivolgono a Totò Riina: per avere “giustizia”, “lavoro”, “diritti”, “dignità”, garantiti con altri strumenti: quelli della mafia.

Ed è così che giustizia, lavoro, diritti, dignità, smettono di essere tali e diventano un’altra cosa, che non possiamo e non vogliamo condividere.

30/06/2009

(PER LEGGERE L’ARTICOLO PUBBLICATO SU “LIBERAZIONE” CLICCA QUI)

———————————————————————–

Articolo pubblicato sulla Gazzetta del Sud del 24-06-2009

Si rivolgono al boss Totò Riina per la loro stabilizzazione

———————————————————————–

“COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”

Per visitare il nostro blog: precariinvisibilimessina.myblog.it

E-mail: precariinvisibili@tiscali.it

Alla redazione della Gazzetta del Sud,

in base all’articolo pubblicato in data 24 giugno 2009 in merito alla lettera intestata a Totò Riina, vogliamo fare alcune precisazioni:

innanzitutto ringraziamo la redazione di avere parlato di noi precari delle Aziende Sanitarie come già fatto da luglio 2007 ad oggi, siamo anche noi d’accordo che la scelta è di pessimo gusto, in realtà la lettera era ed è un atto di provocazione rivolto contro le istituzioni, sindacati e politici, che sono assenti nelle problematiche dei cittadini e dei lavoratori.

Stiamo cerchiamo di ottenere il nostro diritto al lavoro in modo LEGALE, siamo in questa situazione perché non siamo legati politicamente con nessuno, non abbiamo gradi di parentela con nessun sindacalista, politico, amministratore o mafioso.

Sono passati  due anni e ci  siamo rivolti a tutti, ai politici, locali, regionali e nazionali, al Presidente della Repubblica, al Ministro della Funzione Pubblica, al Ministro del lavoro, al Presidente della Regione Sicilia, all’Assessore al Lavoro, all’Assessore alla Sanità, alle Aziende Sanitarie, ai Sindacati della triplice e autonomi, ognuno si limita a scaricare le proprie colpe su altri, “le colpe sono sempre degli altri”, viviamo in Italia e siamo abituati al classico “SCARICA BARILE”.

Qualcuno si è scandalizzato, ma il primo diritto dei lavoratori è, naturalmente, il diritto al lavoro e si deve garantire l’assunzione al lavoro senza discriminazioni tra lavoratori, le Pubbliche Amministrazione, non possono distinguere e trattare alcuni lavoratori in un modo e altri in altro modo, noi ci scandalizziamo per altro della spartizione dei posti di lavoro fra Sindacati, Politici e Amministratori e altri personaggi loschi, abbiamo tanti esempi del genere:

con quale criterio vengono effettuate le assunzioni e chi viene assunto in queste aziende?

l’imprese che hanno in appalto le pulizie, il facchinaggio, etc. dell’A.O.U. Policlinico di Messina;

l’imprese che hanno in appalto le pulizie, etc. dell’A.U.S.L. di Messina;

le società miste, del Comune di Messina, Provincia di Messina, Università, etc.;

le cooperative che gestiscono i servizi sociali del Comune di Messina;

le A.T.O. rifiuti create in tutta la Sicilia;

C.R.I. il servizio di ambulanze gestito da SI.S.E. Spa, in Sicilia;

aziende private che svolgono lavori pubblici;

un elenco interminabile.

in data 20 maggio 2009 viene pubblicata la delibera n. 512 a firma del DG dell’Azienda Ospedaliera Papardo di Messina dott. Gaetano Sirna in cui dice: Selezione pubblica, per titoli e prove di idoneita’, per la copertura di n. 21 posti di Ausiliari Specializzati Socio-Assistenziali mediante le procedure di stabilizzazione – esclusione candidati.

Pertanto nessun Ausiliario Specializzato Socio-Assistenziale è stato stabilizzato presso l’A.O. e si continua ad assumere a tempo determinato.

l’Azienda Ospedaliera Papardo di Messina con delibera n. 80 del D.G. del 21/01/2005 pubblica il bando di: “INDIZIONE AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO DI AUSILIARI SPECIALIZZATI”;

in data 19/07/2005 con delibera n. 1056 del D.G. viene approvata la graduatoria per conferimento incarichi a tempo determinato di ausiliari specializzati;

noi ci scandalizziamo quando un’A.O.:

continua a chiamare con una graduatoria scaduta da un’anno;

non bandisce i concorsi a tempo indeterminato come previsto dal D. A. n. 3454 del 24 dicembre 2008;

con lo stesso bando conferisce incarichi difformi l’uno d’altro, con quale criteri, per simpatia, per sesso, per razza , per religione, per amicizia, per opinioni politiche o sindacali, etc., sotto alcuni esempi:

 

Conferimento incarichi

proroga contratti

ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO AUSILIARI SPECIALIZZATI SOCIO ASSISTENZIALI per mesi otto

mesi otto

ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO AUSILIARI SPECIALIZZATI SOCIO ASSISTENZIALI per mesi sei

mesi sei

ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO AUSILIARI SPECIALIZZATI SOCIO ASSISTENZIALI per mesi sei

no

ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO AUSILIARI SPECIALIZZATI SOCIO ASSISTENZIALI per mesi tre

no

ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO AUSILIARI SPECIALIZZATI SOCIO ASSISTENZIALI per mesi tre

mesi nove

ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO AUSILIARI SPECIALIZZATI SOCIO ASSISTENZIALI per mesi sei

mesi sei

ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO AUSILIARI SPECIALIZZATI SOCIO ASSISTENZIALI per mesi sei

no

assunzione a tempo determinato n. 19 ausiliari specializzati socio assistenziali per mesi sei – del. D.G. n. 574 DELL’8/06/2009

ASPETTIAMO LA SCADENZA DEI CONTRATTI

Il DG dell’Azienda Ospedaliera Papardo di Messina dott. Gaetano Sirna, Assicura il buon andamento è l’imparzialità dell’amministrazione?

Vi Ringraziamo per la cortese attenzione e Vi porgiamo distinti saluti.

Messina il, 10 luglio 2009 “COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”

———————————————————————–

Messinaultima modifica: 2011-10-15T16:56:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

116 pensieri su “Messina

  1. Carissimo COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B, VI CHIEDO DI PUBBLICARMI QUESTO COMMENTO.

    Giusy di Taormina
    Caro Carnevale sicuramente continuerai a censurare anche questa lettera, che fine ha fatto la lettera inviata precedentemente? stranamente non sai niente.
    Di tutto quello che dici tu e i tuoi compari della cgil sulla stabilizzazione non c’è niente di vero, cercate di ottenere le cose solo con le menzogne. Le grande cavolate sulla stabilizzazione non corrispondono alla realtà, l’unica cosa certa è che le Aziende sono obbligate ad assumere a tempo indeterminato con concorsi aperti a tutti, ma tu e la cgil di Messina non siete d’accordo, NON E’ STRANO CHE UN SINDACATO E DOMENICO CARNEVALE SONO CONTRARI AD ASSUMERE GLI AUSILIARI SOCIO SANITARI A TEMPO INDETERMINATO IN TUTTE LE AZIENDE SANITARIE.???????????????
    CHIEDO A TUTTI DI LEGGERE ATTENTAMENTE LA CIRCOLARE DEL MINISTERO DELLA FUNZIONE PUBBLICA N. 5 DEL 18 APRILE 2008.
    Siete sempre uguali, “il lupo perde il pelo, ma non il vizio”.
    QUESTA VOLTA INVIO UNA COPIA DI QUEST0 COMMENTO AL COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B
    Taormina, 9 maggio 2008
    A presto Giusy

    Presa di posizione CGIL CISL UIL su Circolare Funzione Pubblica n.5/2008
    Lettera unitaria delle Segreterie Nazionali Confederali al Ministro per le Riforme e l’Innovazione nella Pubblica Amministrazione
    Roma, 29 aprile 2008
    Prof. Luigi Nicolais
    Ministro per le Riforme e l’Innovazione
    nella Pubblica Amministrazione
    Corso V. Emanuele II, 116
    00186 – ROMA
    Dobbiamo ancora una volta registrare l’ennesimo atto con il quale a fine legislatura il Ministro della Funzione Pubblica smentisce il contenuto delle leggi finanziarie del 2007 e del 2008, in materia di stabilizzazione del precariato con il rischio concreto di bloccare tutto il complesso lavoro che nelle Pubbliche Amministrazioni si sta compiendo proprio per “far scomparire“ il fenomeno del precariato, come recitava il Memorandum e il programma dello stesso Governo.
    Già la notevole produzione di pareri e circolari che ha caratterizzato l’ultimo mese di permanenza dell’attuale “management” di Palazzo Vidoni, ha nei fatti provveduto a rendere di difficile applicazione quanto previsto dalla legge contribuendo anche per questa via ad affossare il contenuto politico posto a base del Memorandum firmato dalle Organizzazioni sindacali e dalle parti pubbliche e in qualche caso smentendo pesantemente il contenuto delle leggi approvate dal Parlamento.
    L’ultima perla, in ordine di tempo, è la circolare n. 5, ancora sulla stabilizzazione del personale precario nelle pubbliche amministrazioni.
    Giocando sulla impossibilità di una azione coercitiva da parte del Governo centrale sulle amministrazioni che hanno autonomia decisionale e di bilancio, si sostiene, una volta di più, che la stabilizzazione “non è un obbligo ma un’aspettativa”. In tal modo tutti si sentono in obbligo di ridiscutere anche quanto già fatto e di fermare quanto ancora non fatto. Siamo in presenza di una sorta di “vendetta postuma” da parte di chi si sente sconfitto dalla legge stessa e dalla lotta contro la precarietà. Ma poiché su questi temi l’impegno affermato dal Governo era chiaro ed esplicito, è evidente che la responsabilità di questi atti ha paternità oscure.
    Chiediamo che il Ministro della Funzione Pubblica ritiri la circolare, invitando le amministrazioni a muoversi nel rispetto delle leggi finanziarie, continuando nella linea segnata dal Memorandum.
    In luogo di tanto negativo “attivismo” chiediamo che invece il Ministro dia corso ai decreti, costituenti veri atti dovuti, che gli demanda la finanziaria 2008, e la cui omissione rischia di infliggere un ulteriore colpo alle legittime attese di stabilizzazione dei lavoratori.
    Per parte nostra continueremo ad operare nella lotta alla precarietà e a richiedere alle amministrazioni di procedere alla stabilizzazione del precariato in forza delle norme di legge e di quelle che necessariamente dovranno seguire.
    Rimaniamo in attesa di atti immediati e attendiamo che il prossimo governo chiarisca i propri intendimenti rimettendo in discussione atti, quali quelli qui indicati, per continuare nella stabilizzazione del precariato.
    CGIL – M. Gentile
    CISL – G. Baratta
    UIL – P. Pirani

  2. Giusy di Taormina
    Sotto commenti inviati al Blog GESTITO DAL SINDACATO : http://www.stabilizzazione.blogspot.com
    uno di loro è Domenico Carnevale R.S.U. del Policlinico di Messina, ex Cisl adesso della Cgil.
    Visto che tante volte non mi pubblicano i miei commenti, sicuramente scomodi.
    Taormina, 12 maggio 2008

    Giusy di Taormina
    Caro Carnevale ti rinvio di nuovo il commento, sicuramente sarà la terza volta di continuo che lo censuri, io come ha fatto Steman lo inviato pure al “COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”, aspetto qualche giorno e poi di nuovo lo rinvio ai precari invisibili e anche alle sedi dei precari a livello nazionale.
    Taormina, 10 maggio 2008
    A presto Giusy

    Carissimo COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B, VI CHIEDO DI PUBBLICARMI QUESTO COMMENTO.

    Giusy di Taormina
    Caro Carnevale sicuramente continuerai a censurare anche questa lettera, che fine ha fatto la lettera inviata precedentemente? stranamente non sai niente.
    Di tutto quello che dici tu e i tuoi compari della cgil sulla stabilizzazione non c’è niente di vero, cercate di ottenere le cose solo con le menzogne. Le grande cavolate sulla stabilizzazione non corrispondono alla realtà, l’unica cosa certa è che le Aziende sono obbligate ad assumere a tempo indeterminato con concorsi aperti a tutti, ma tu e la cgil di Messina non siete d’accordo, NON E’ STRANO CHE UN SINDACATO E DOMENICO CARNEVALE SONO CONTRARI AD ASSUMERE GLI AUSILIARI SOCIO SANITARI A TEMPO INDETERMINATO IN TUTTE LE AZIENDE SANITARIE.???????????????
    CHIEDO A TUTTI DI LEGGERE ATTENTAMENTE LA CIRCOLARE DEL MINISTERO DELLA FUNZIONE PUBBLICA N. 5 DEL 18 APRILE 2008.
    Siete sempre uguali, “il lupo perde il pelo, ma non il vizio”.
    QUESTA VOLTA INVIO UNA COPIA DI QUEST0 COMMENTO AL COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B
    Taormina, 9 maggio 2008
    A presto Giusy

    Presa di posizione CGIL CISL UIL su Circolare Funzione Pubblica n.5/2008
    Lettera unitaria delle Segreterie Nazionali Confederali al Ministro per le Riforme e l’Innovazione nella Pubblica Amministrazione
    Roma, 29 aprile 2008
    Prof. Luigi Nicolais
    Ministro per le Riforme e l’Innovazione
    nella Pubblica Amministrazione
    Corso V. Emanuele II, 116
    00186 – ROMA
    Dobbiamo ancora una volta registrare l’ennesimo atto con il quale a fine legislatura il Ministro della Funzione Pubblica smentisce il contenuto delle leggi finanziarie del 2007 e del 2008, in materia di stabilizzazione del precariato con il rischio concreto di bloccare tutto il complesso lavoro che nelle Pubbliche Amministrazioni si sta compiendo proprio per “far scomparire“ il fenomeno del precariato, come recitava il Memorandum e il programma dello stesso Governo.
    Già la notevole produzione di pareri e circolari che ha caratterizzato l’ultimo mese di permanenza dell’attuale “management” di Palazzo Vidoni, ha nei fatti provveduto a rendere di difficile applicazione quanto previsto dalla legge contribuendo anche per questa via ad affossare il contenuto politico posto a base del Memorandum firmato dalle Organizzazioni sindacali e dalle parti pubbliche e in qualche caso smentendo pesantemente il contenuto delle leggi approvate dal Parlamento.
    L’ultima perla, in ordine di tempo, è la circolare n. 5, ancora sulla stabilizzazione del personale precario nelle pubbliche amministrazioni.
    Giocando sulla impossibilità di una azione coercitiva da parte del Governo centrale sulle amministrazioni che hanno autonomia decisionale e di bilancio, si sostiene, una volta di più, che la stabilizzazione “non è un obbligo ma un’aspettativa”. In tal modo tutti si sentono in obbligo di ridiscutere anche quanto già fatto e di fermare quanto ancora non fatto. Siamo in presenza di una sorta di “vendetta postuma” da parte di chi si sente sconfitto dalla legge stessa e dalla lotta contro la precarietà. Ma poiché su questi temi l’impegno affermato dal Governo era chiaro ed esplicito, è evidente che la responsabilità di questi atti ha paternità oscure.
    Chiediamo che il Ministro della Funzione Pubblica ritiri la circolare, invitando le amministrazioni a muoversi nel rispetto delle leggi finanziarie, continuando nella linea segnata dal Memorandum.
    In luogo di tanto negativo “attivismo” chiediamo che invece il Ministro dia corso ai decreti, costituenti veri atti dovuti, che gli demanda la finanziaria 2008, e la cui omissione rischia di infliggere un ulteriore colpo alle legittime attese di stabilizzazione dei lavoratori.
    Per parte nostra continueremo ad operare nella lotta alla precarietà e a richiedere alle amministrazioni di procedere alla stabilizzazione del precariato in forza delle norme di legge e di quelle che necessariamente dovranno seguire.
    Rimaniamo in attesa di atti immediati e attendiamo che il prossimo governo chiarisca i propri intendimenti rimettendo in discussione atti, quali quelli qui indicati, per continuare nella stabilizzazione del precariato.
    CGIL – M. Gentile
    CISL – G. Baratta
    UIL – P. Pirani

  3. “COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”

    Per Laura,
    ci scusiamo per il ritardo in cui stiamo rispondendo al tuo quesito, abbiamo problemi tecnici e di collegamento ad internet.
    In questo momento non siamo in possesso della graduatoria dell’Azienda Ospedaliera Papardo, ci forniranno una copia cartacea lunedì 16 giugno, il tempo di copiarla in word ed entro la fine settimana la pubblicheremo nel nostro sito.
    Ti possiamo riferire che l’Azienda Ospedaliera Papardo lunedì 16 giugno spedirà 20 telegrammi fino alla posizione in graduatoria 279.
    Se vuoi sapere la tua posizione in graduatoria prima possibile, puoi:
    – jnviare un E-mail a precariinvisibili@tiscali.it, scrivendo i tuoi dati personali, ed entro domenica 15 giugno avrai la tua risposta;
    – puoi telefonare tu stessa lunedì all’ufficio del personale dell’Azienda Ospedaliera Papardo.
    O in alternativa aspetti la fine della prossima settimana che verrà pubblicata nel nostro sito.

  4. “COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”

    Per Laura

    Per LEGGE, la graduatoria rimane in vigore fin quando ne viene rifatta una nuova.

    l’Azienda Ospedaliera Papardo può:
    – rifare un nuovo bando;
    – modificare quello esistente, chiedendo l’integrazione di nuovi documenti.

    O assumere in modo clientelare con le cooperative, tante gestite dai SINDACATI, POLITICI E AMMINISTRATORI, senza rispetto per i cittadini.
    Da tanti anni i SINDACATI chiedono di non bandire concorsi per assumere personale nelle Aziende Sanitarie di Messina, CHIEDENDO CON FORZA DI ASSUMERE CON LE COOPERATIVE, QUESTO VUOL DIRE SPARTIZIONE DI POSTI DI LAVORO, PER ASSUMERE PARENTI E AMICI.
    Se i nostri politici e sindacati volevano di già erano stati banditi i concorsi a tempo indeterminato per coprire i circa 800 posti scoperti.

    La graduatoria sarà pubblicata entro venerdì.

  5. ho risolto la cosa
    nel senso che il banner è per un buon fine solo che era inserito in un sito che aveva altri buoni fini ahahahhaha
    riposizionerò il banner senza il link al sito così avrò la mia dichiarazione ma non linkerò a quel sito
    strano però che non riusciate a lasciare commenti da me visto che il mio è uno dei pochi blog che non ha avuto nessun problema dopo il restiling della piattaforma
    cmq piacere di aver fatto la vostra conoscenza e complimenti per il vostro blog che fra tanti solo da leggere è invece utile, pregio che pochi possono fregiarsi di avere
    un saluto

  6. siete stati molto veloci ad inserire il bando di stabilizzazione del policlnico, onore al merito, pensavo e credevo che non inserivate il bando nel vostro blog , mi sono ricreduto e vi chiedo scusa se qualche volta ho esagerato, vi auguro una buona fortuna, un collega.

  7. prima rispondo a giusy di taormina non scrivete più a carnevale il blog gli è stato rubato!!! non ci interessa più averne uno per il momento!
    la prima stabilizzazione l’abbiamo fatta partire è LA FAREMO CONCLUDERE!
    ora se volete passiamo all’ u.s.l.n°5.
    cosi invece di fare il bando per continuare a creare precari lo devono fare per dare stabilità a coloro che non rientrano al policlinico.
    ma saranno i primi appunto in quell’azzienda!e di seguito il papardo.
    il piemonte sta per chiudere!!!!
    ora qui si deve decidere se continuare a farci la guerra, o di buon’accordo cercare di stabilizzare più gente possibile.
    nelle varie azziende! che ne dite?
    se questo lo si era fatto a tempo debito eravamo tutti sistemati.
    molto probabbilmente. i vostri sostenitori vi dicevano il falso!
    non era tutto fuori legge! la stabilizzazione era reale!
    solo voi non ci credavate! comunque. auguri per tutti che si faccia la cosa giusta.

    “COMITATO PRECARI”
    ABBIAMO ELIMINATO IL NOME DELL’AUTORE DI QUESTO COMMENTO.
    NON USATE NOMI E COGNOMI DI ALTRE PERSONE NEI COMMENTI, CERCARDO DI ATTRIBUIRLI AD ALTRI.

  8. Per STABILIZZAZIONE,
    Ti abbiamo eliminato il tuo commento: “POTETE SCARICARE IL MODELLO DELLA DOMANDA DI STABILIZZAZIONE DEL POLICLIICO DI MESSINA NEL BLOG STABILIZZANDI POLICLINICO ………” perché lo abbiamo inserito in prima pagina. Ma insiste ad inviare commenti di pubblicità per il tuo blog. Siamo in DEMOCRAZIA la pubblicità non può essere a senso unico, RICAMBIA IL FAVORE.

  9. prima rispondo a giusy di taormina non scrivete più a carnevale il blog gli è stato rubato!!! non ci interessa più averne uno per il momento!
    la prima stabilizzazione l’abbiamo fatta partire è LA FAREMO CONCLUDERE!
    ora se volete passiamo all’ u.s.l.n°5.
    cosi invece di fare il bando per continuare a creare precari lo devono fare per dare stabilità a coloro che non rientrano al policlinico.
    ma saranno i primi appunto in quell’azzienda!e di seguito il papardo.
    il piemonte sta per chiudere!!!!
    ora qui si deve decidere se continuare a farci la guerra, o di buon’accordo cercare di stabilizzare più gente possibile.
    nelle varie azziende! che ne dite?
    se questo lo si era fatto a tempo debito eravamo tutti sistemati.
    molto probabbilmente. i vostri sostenitori vi dicevano il falso!
    non era tutto fuori legge! la stabilizzazione era reale!
    solo voi non ci credavate! comunque. auguri per tutti che si faccia la cosa giusta.

    “COMITATO PRECARI”
    ABBIAMO ELIMINATO IL NOME DELL’AUTORE DI QUESTO COMMENTO.
    NON USATE NOMI E COGNOMI DI ALTRE PERSONE NEI COMMENTI, CERCARDO DI ATTRIBUIRLI AD ALTRI.

  10. insisto con questo nome è cognome come voi insistete a firmarvi STABILIZZAZIONE
    cosa che non siete mai stati visto che siete contro la stabilizzazione! domani verrà pubblicato il bando di concorso al policlinico ed entreranno tutti coloro hanno i requisiti, ampiamente documentati e LEGALMENTE RICONOSCIUTI.
    ed è INUTILE presentare la domanda se non si ha i requisiti elencati nel bando!
    1)avere 36 mesi in data del 31/12/2007
    2)ed essere li con il requisito sopra citato a quella data
    chi era in servizio giorno 1/o1/2008 se non ha i 36 mesi non può fare la domanda
    siate chiari questa volta non usate anche voi 2 pesi e 2 misure!
    quello che ho sempre detto era la verità.
    voi non ci credavate! mi dispiace per voi.
    se mi avreste ascoltato forse ora le cose erano diverse chissà? buona fortuna a tutti…………

    “COMITATO PRECARI”
    ABBIAMO ELIMINATO IL NOME DELL’AUTORE DI QUESTO COMMENTO CHE SI ERA FIRMATO lucignolo.
    NON USATE NickName DI ALTRE PERSONE NEI COMMENTI, CERCARDO DI ATTRIBUIRLI AD ALTRI.

  11. CARA LAURA,IL BANDO CHIEDE ESPRESSAMENTE ED E’ RISAPUTO CHE SOLTANTO CHI HA UN RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO “INDETERMINATO” CON ALTRE AZIENDE E CHI NON ERA IN SERVIZIO AL 31/12/07 O CHI NON HA I REQUISITI DEI 36 MESI NON POSSONO PARTECIPARE AL BANDO DI STABILIZZAZIONE.
    PROPRIO PERCHE’ I REQUISITI SI FERMANO AL 31/12/07 TUTTI COLORO CHE HANNO CONTRATTO LAVORO IN ALTRE AZIENDE A TEMPO DETERMINATO NEL 2008 SE HANNO I REQUISITI POSSONO PARTECIPARE,ANZI SONO ANCORA PIU’ AVVANTAGGIATI PERCHE’ A PARITA’ DI PUNTEGGIO SE HAI LETTO BENE IL BANDO VALGONO TUTTI I MESI TOTALI DELLA VITA LAVORATIVA QUINDI SIETE ANCHE AVANTI DI
    3MESI RISPETTO ALLA SCADENZA DELLA DOMANDA RISPETTO AI COLEGHI CHE SONO FERMI,QUINDI CHI TI HA DETTO IL CONTRARIO LO HA FATTO PER METTERVI ANSIA O PERCHE’ NON HANNO I REQUISITI O PER IGNORANZA DEGLI STESSI IN QUESTO BANDO.NON PREOCCUPARTI SO CHI SEI E TI ASSICURO CHE HAI DIRITTO MOLTO DI PIU’ A STABILIZZARTI DI MOLTI PIU’ LECCHINI DELLA CGIL CHE NON SANNO PIU’ CHE PESCI PRENDERE E MALIZIOSAMENTE CERCANO DI METTERE IN ALLARME GLI AVENTI DIRITTI COME TE. AUGURI LAURA DA STABILIZZANDI.

  12. stabilizzazione asino emerito nel campo della fisica nucleare!
    ricordati di dire a LAURA se ha i 36 mesi nessuno gli più togliere ciò che gli spetta ma digli anche che tutti e DICO tutti i periodi del 2008 non valgono a niente la vita lavorativa si ferma al 31/12/08!
    SCECCU

    “COMITATO PRECARI”
    ABBIAMO ELIMINATO IL NOME DELL’AUTORE DI QUESTO COMMENTO CHE SI ERA FIRMATO lucignolo.
    NON USATE NickName DI ALTRE PERSONE NEI COMMENTI, CERCARDO DI ATTRIBUIRLI AD ALTRI.

  13. correggo lo sbaglio che ho fatto volevo scrivere che i periodi utili in tutta la vita lavorativa sono fino al 31/12/2007che dal 01/01/08 non hanno valore di nessun tipo di punteggio hai fini di qual si voglia graduatoria almeno in questo BANDO!!

    DICIAMO LE COSE COME STANNO!!!!

    “COMITATO PRECARI”
    ABBIAMO ELIMINATO IL NOME DELL’AUTORE DI QUESTO COMMENTO CHE SI ERA FIRMATO lucignolo.
    NON USATE NickName DI ALTRE PERSONE NEI COMMENTI, CERCARDO DI ATTRIBUIRLI AD ALTRI.

  14. Per Laura,
    quello che ha scritto STABILIZZANDI E’ TUTTO CORRETTO, eccetto a chi non era in servizio il 31/12/07, al bando di stabilizzazione possono partecipare anche i colleghi dei 6+6, i colleghi che sono entrati in servizio il 1 gennaio 2008, chi ha maturato i mesi anche presso altre aziende del S.S.N. E CHI HA ACCETTATO L’INCARICO A TEMPO DETERMINATO PRESSO ALTRE STRUTTURE SANITARIE.

    ALCUNI COLLEGHI HANNO RIFIUTATO L’INCARICO SIA AL PAPARDO E L’A.U.S.L., PERCHE’ GLI ERA STATO DETTO DAL SINDACATO SE ACCETTAVANO NON POTEVANO PARTECIPARE AL BANDO DI STABILIZZAZIONE, “”UNA GRANDE MENZOGNA””.

    Il bando di stabilizzazione a pag. 2 dice:

    Requisiti generali di ammissione

    Possono partecipare alla selezione coloro che non hanno in atto rapporti di lavoro a tempo indeterminato con pubbliche amministrazioni e possiedono uno dei seguenti requisiti:

    1) In servizio alla data del 31.12.2007 presso l’A.O.U. e con una anzianità, alla stessa data, di almeno tre anni, anche non continuativi, maturata, anche presso altre Aziende del S.S.N., nel periodo intercorrente tra l’1 Gennaio 2002 ed il 31 Dicembre 2007;
    2) In servizio in data successiva al 31.12.2007 con un contratto stipulato entro il 28 Settembre 2007, presso l’A.O.U. e con una anzianità di tre anni, anche maturata successivamente al 31.12.2007. Ai fini dell’acquisizione dell’anzianità di servizio saranno valutati utili i servizi, pure non continuativi, prestati anche presso altre Aziende del S.S.N. nel periodo intercorrente tra l’1 Gennaio 2002 ed il 31 Dicembre 2007, mentre non saranno considerate utili le proroghe successive alla data del 31 Dicembre 2007;
    3) In servizio in data anteriore al 31.12.2007 con una anzianità di servizio, alla stessa data, di almeno tre anni, anche non continuativi, maturati nel periodo intercorrente tra l’1 Gennaio 2002 ed il 31 Dicembre 2007, presso l’A.O.U. o presso altre aziende del S.S.N.

  15. PER “il vero LUCIGNOLO”,

    NOI NON POSSIAMO SAPERE CON CERTEZZA CHI E’ IL VERO LUCIGNOLO,
    HAI INSERITO QUESTO COMMENTO: “eliminate pure il falso Lucignolo di sopra.
    Di Lucignolo c’e’ ne uno tutti gli altri son nessuno”, E ABBIAMO ELIMITATO IL NOME.
    Cerca di usare sempre la stessa E-mail e VALIDA, se cambi ogni volta l’E-mail a comodo tuo non possiamo sapere chi è il vero Lucignolo.
    I commenti che vengono inseriti nel nostro blog non sono moderati, e noi non siamo sempre in rete per controllare ciò che ognuno scrive, abbiamo famiglia, figli, e stiamo pure lavorando.

  16. dovete scrivere pure ciò che dicono le line quide che fanno parte della legge della stabilizzazione cioè che tutti i periodi lavorati nel 2008 non fanno punteggio ai fini della stabilizzazione stessa! e quindi chi non ha i requisiti il 31/12/2007 sava stari a casa! quelli lavorati nel 2008 non hanno nessun valore di nesun titolo e grado!
    lucignolo tu di chi dei e io dirò chi sono. vedi stiamo arrivando piano piano dove vogliamo. attento perche si saprà chi sei e a quel punto sono cazzi tuoi!
    ti giuro che ti conviene prenderti tutte le ferie anche quelle future.
    io non sono chi tu dici ma uno più in alto. e si ti pighiu te manu u capuliatu è nenti a conmfrontu!

    “COMITATO PRECARI”
    ABBIAMO ELIMINATO IL NOME DELL’AUTORE DI QUESTO COMMENTO CHE SI ERA FIRMATO lucignolo.
    NON USATE NickName DI ALTRE PERSONE NEI COMMENTI, CERCARDO DI ATTRIBUIRLI AD ALTRI.

  17. ritorniamo a i 6+6 di nora orlandi se hanno i requisiti nessuno gli toglierà niente anzi! ma mi sa che il loro contratto era scaduto nel mese di giugno 2007 ma non avevano maturato i 36 mesi abbiamo nomi e cognomi!quindi non divulgate falsità siate sinceri almeno per una volta! non scatenate ulteriore rapresaglie non gioverà a nessuno!

    ed ancora una volta non sono chi voi pensate!

    se ero io al posto suo non so se ancora chi mi aveva fatto torto poteva vantarsi!

    “COMITATO PRECARI”
    ABBIAMO ELIMINATO IL NOME DELL’AUTORE DI QUESTO COMMENTO CHE SI ERA FIRMATO lucignolo.
    NON USATE NickName DI ALTRE PERSONE NEI COMMENTI, CERCARDO DI ATTRIBUIRLI AD ALTRI.

  18. Le Linee guida Protocollo Stabilizzazione Precari Azienda Ospedaliera Universitaria “G. Martino” di Messina CHE SONO INSERITE NELLA NOSTRA PRIMA PAGINA all’art. 2. – Requisiti e modalità di partecipazione alle procedure selettive pag .4, ultimo capoverso dice:

    Ai fini della formazione della graduatoria si dovrà tenere conto della maggiore
    anzianità di servizio nella qualifica a cui si riferisce il posto messo a selezione e, a
    a) l’anzianità generica di servizio nel ruolo;
    b) il numero dei figli a carico a prescindere dallo stato di coniugato;
    c) la minore età anagrafica.

  19. Abbiamo deciso di eliminare i commenti perché erano minacciosi ed offensivi, noi non possiamo accettare tutto questo, siamo contro la violenza, questo blog è nato per dare informazione ed essere punto di riferimento di tutti gli Ausiliari, O.S.S., O.S.A., O.T.A. etc.,

    questi alcuni passaggi di alcuni commenti inseriti da “un falso lucignolo”, che si nasconde dietro un Nichname per minacciare:

    ………………….. comincia a tremare! verrò a trovarti a casa non in ufficio ………………

    …………….. ma non preoccuparti sono ad un passo dalla porta di casa tua te lo ripeto non verrò in ufficio a disturbarti ma a CASA cosi tua moglie ed i tuoi FIGLI ……………..

    …………… e si ti pighiu te manu u capuliatu è nenti a conmfrontu! ……………….

    abbiamo anche eliminato i commente del vero LUCIGNOLO.

  20. la domanda di partecipazione alla stabilizzazione la possono presentare solo coloro che hanno almento uno dei tre requisiti. Nella domanda va indicato di possedere uno dei requisiti (V. Fac-simile). Chi dichiara di avere uno dei requisiti e non è vero fa una dichiarazione falsa e di conseguenza scatta una denuncia penale.Meditate gente meditate.

  21. Il comitato nuova primavera è a conoscenza di tutti i precari che hanno almeno uno dei 3 requisiti siano che siano:Infermieri,tecnici e ausiliari. Chiunque dichiara il falso nel presentare la domanda di stabilizzazione sarà dal comitato denunciato.
    La domanda non lascia spazi a dubbi, infatti, bisogna indicare uno dei 3 requisiti questo è stato voluto appositamente, chiunque voglia fare il furbo si incastra con le proprie mani.
    Ciao.

  22. buongiorno scusate leggo che qui oltre a notizie importanti
    ci sono scontri fradicidi di inefferrato violenza
    è viene riportato solo una parte di queste minacce ma
    l’altra parte delle minacce perchè non viene riportata? grazie
    e scusate l’intrusione

  23. LA STABILIZZAZIONE E’ UN CONCORSO RISERVATARIO E CON DEI REQUISITI PER PARTECIPARE, VEDI SOTTO , IL SERVIZIO MILITARE NON E’ VALIDO PER
    RAGGIUNGERE I 36 MESI DI SERVIZIO:

    i requisiti generali di ammissione al bando sono stati stabiliti con un accordo presso l’Assessorato Regionale alla Sanità CON I SINDACATI. E possono partecipare alla selezione coloro che non hanno in atto rapporti di lavoro a tempo indeterminato con pubbliche amministrazioni e possiedono uno dei seguenti requisiti:

    1) In servizio alla data del 31.12.2007 presso l’A.O.U. e con una anzianità, alla stessa data, di almeno tre anni, anche non continuativi, maturata, anche presso altre Aziende del S.S.N., nel periodo intercorrente tra l’1 Gennaio 2002 ed il 31 Dicembre 2007;

    2) In servizio in data successiva al 31.12.2007 con un contratto stipulato entro il 28 Settembre 2007, presso l’A.O.U. e con una anzianità di tre anni, anche maturata successivamente al 31.12.2007. Ai fini dell’acquisizione dell’anzianità di servizio saranno valutati utili i servizi, pure non continuativi, prestati anche presso altre Aziende del S.S.N. nel periodo intercorrente tra l’1 Gennaio 2002 ed il 31 Dicembre 2007, mentre non saranno considerate utili le proroghe successive alla data del 31 Dicembre 2007;

    3) In servizio in data anteriore al 31.12.2007 con una anzianità di servizio, alla stessa data, di almeno tre anni, anche non continuativi, maturati nel periodo intercorrente tra l’1 Gennaio 2002 ed il 31 Dicembre 2007, presso l’A.O.U. o presso altre aziende del S.S.N.

    Il Segretario Generale della Cisl Maurizio Bernava voleva fare applicare lo stesso accordo delle Regione Puglia e Regione Veneto IN TUTTE LE AZIENDE SANITARIE:

    che STABILIZZA’ TUITI I PRECARI della Sanità in servizio nelle ASL o negli enti Regionali con i seguenti criteri:

    – anzianità di servizio di almeno tre anni anche non continuativi o in alternativa:

    – anzianità di servizio di almeno tre anni da conseguire nell’arco del quadriennio
    2007-2010 o in alternativa:

    – anzianità di servizio di almeno tre anni anche non continuativa conseguita nel quinquennio anteriore alla data di adozione del presente provvedimento.

    UN SINDACATO E ALCUNI POLITICI SONO STATI CONTRARI A QUESTA PROPOSTA.

    Prima del mese di luglio 2007 ci sentivamo parte di una grande famiglia precaria ma sappiamo che esistono precari di serie A e precari Invisibili e di serie B, perché i Sindacati, Politici e Amministratori hanno deciso questa grave discriminazione tra precari. Con la Stabilizzazione nessuno di noi verrà assunto ed è commessa l’ennesima grave ingiustizia nei nostri confronti, siamo precari da più di 15 anni e chi di dovere non è stato in grado di fare alcun concorso a TEMPO INDETERMINATO e da anni i nostri diritti sono stati calpestati da una male Politica e dall’assenza del Sindacato.

    NON DIMENTICHIAMOCI CHE ESISTONO CIRCA 800 POSTI DISPONIBILI E VACANTI IN PIANTA ORGANICA PRESSO TUTTE LE AZIENDE SANITARIE DI MESSINA.

  24. Non potete dichiarare il falso. Nel mese di Gennaio 2008 sono state firmate le linee guida per la stabilizzazione dei precari della sanità siciliana presso l’Assessorato alla Sanità. A Firmare le linee guida c’era anche la CISL che ha firmato insieme alle altre Organizzazioni sindacali. Perciò non è vero che solo un sindacato ha voluto i criteri esistenti. E’ stato proprio la CISL Sanita,prima e poi la Cisl Università, a volere le regole esistenti fidatevi di chi era presente quel giorno all’Assessorato. Se poi a voi hanno raccontato diversamente sono problemi vostri.

  25. Per anonimo,

    non abbiamo dichiarato il falso, se leggi attentamente abbiamo scritto “CON I SINDACATI”, vogliamo essere più precisi, per la firma delle linee guida per la stabilizzazione dei precari dei Policlinici Universitari e delle Aziende Sanitarie della Regione Sicilia erano presenti:

    FLC CGIL
    CISL UNIVERSITA’
    UILPA – UR
    CSA della CISAL Università
    CONFSAL/SNALS Univ. – CISAPUNI

    CGIL FP
    CISL FP
    UIL FPL
    FSI
    FIALS

    LE REGOLE ESISTENTI SONO STATE VOLUTE PRINCIPALMENTE DALLA CGIL, NON CI DIMENTICHIAMO, DI TANTI INTERVENTI DELLA DEPUTAZIONE REGIONALE E NAZIONALE, COMPRESA LA COMMISSIONE ANTIMAFIA, ETC.

    Il Segretario Generale della Cisl Maurizio Bernava voleva fare applicare lo stesso accordo della Regione Puglia e Regione Veneto IN TUTTE LE AZIENDE SANITARIE di Messina, cercando di trovare una soluzione con la Cgil di Messina, ma ha trovato grandi ostacoli, anche all’interno della Cisl e della RSU del Policlinico.

  26. La Cisl ha firmato le linee guida tutto il resto sono chiacchiere e basta, che servano a te per giustificarti con i tuoi. Per quanto riguarda i politici ti ricordo che le linee guida,tu lo sai, sono state approvate,all’unanimità, nel mese di febbraio 2008 dalla Giunta Regionale che è composta da tutti gli assessori del centrodestra. Questi sono i fatti tutto il resto è aria fritta.

  27. La Cisl ha firmato le linee guida tutto il resto sono chiacchiere e basta, che servano a te per giustificarti con i tuoi. Per quanto riguarda i politici ti ricordo che le linee guida,tu lo sai, sono state approvate,all’unanimità, nel mese di febbraio 2008 dalla Giunta Regionale che è composta da tutti gli assessori del centrodestra. Questi sono i fatti tutto il resto è aria fritta.

  28. la cisl ha firmato perchè non poteva fare altrimenti!
    gli ordini gli pervenivano da ROMA se no il sig. bernava e compagni potevano andare a zappare la terra!
    e penso che non sono buoni manco per quello!
    ora e tutta aria fritta ma quando lo dicevamo noi non era aria fritta ma chi persevera vince sempre! meditate gente meditate!

  29. allora se ci sono 800 posti vuoti nelle varie aziende s.s.n. perchè non vi siete uniti a quelli che hanno fatto tutto il possibbile per essere stabilizzati invece di inveire contro di loro! ed affermando che la stabilizzazione non esisteva?
    perche non avete chiesto pure voi quello che hanno chiesto ed OTTENUTO!!!
    gliSTABILIZZANDI!!!
    acquestorà eravate tutti in fase di stabilizzazione nelle varie aziende! invece forse
    per cattiveria vostra rischiate di non lavorare MAI PIù! e se lo avete fatto volontariamente ben vi sta! se eravate in buona fede a coloro che vi hanno telefonato fino sul cell. per farvi abbandonare il posto di lavoro dove eravate andate da costoro è chiedete a loro di stabilizzarvi! primis in testa maurizio bernava. ed alcune signore che lavorano al policlinico. che ancora oggi vanno dicendo che non c’è niente vergogna per coloro che erano in malafede!
    ed un mare di soledarietà di buona fortuna per il futuro a coloro che erano in buona fede! scusate dello sfogo e grazie

  30. se le regole li ha volute a CGIL questo depone a favore della CGIL vuol dire che ha Dirigente Sindacali all’altezza del compito. Sono un infermiere a tempo determinato posso dirvi di conoscere tutti i Sindacalisti del Policlinico e uno intelligente e furbo come Domenico Carnevale non c’è lui è veramente uno di noi e in tutto questa vicenda ha sempre ragionato e di quello che ha fatto non ha sbagliato niente. Vi consiglio di parlare con lui tanto è disponibile ad ascoltare tutti. Lui stronzate non ne dice come gli altri sindacalisti.

  31. che Domenico ha pe palle non lo si mette in dubbio! ma lui è subentrato molto dopo quando tutta la vicenda era già in alto mare è grazie anche a lui si sta concludendo per il migliore dei modi.
    ma la tenacia di chi sapeva è sa di essre nel giusto e nella legalità! ha fatto modo che tutto si concludesse nell’unica azzione possibbile la STABILIZZAZIONE!!!!
    e ora tutti i coloro i quali sono rimasti dietro e dico tutti non in particolare a qualcuno. cosa faranno?
    se si riuniscono è vanno nelle varie a ziende a far partire pure li la stabilizzazione!
    anche se non hanno i 36 mesi! basta partecipare a tutti i bandi che faranno è con l’accordo DEi Sindacati far sottoscrivere che al raggiungimento di eventuali requisiti DEVE SCATTARE L’ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO!!! cosi si potrebbe risolvere la questione una volta per tutte!

  32. Il bando di stabilizzazione a pag. 2 dice:

    Requisiti generali di ammissione

    Possono partecipare alla selezione coloro che non hanno in atto rapporti di lavoro a tempo indeterminato con pubbliche amministrazioni e possiedono uno dei seguenti requisiti:

    1) In servizio alla data del 31.12.2007 presso l’A.O.U. e con una anzianità, alla stessa data, di almeno tre anni, anche non continuativi, maturata, anche presso altre Aziende del S.S.N., nel periodo intercorrente tra l’1 Gennaio 2002 ed il 31 Dicembre 2007;

    2) In servizio in data successiva al 31.12.2007 con un contratto stipulato entro il 28 Settembre 2007, presso l’A.O.U. e con una anzianità di tre anni, anche maturata successivamente al 31.12.2007. Ai fini dell’acquisizione dell’anzianità di servizio saranno valutati utili i servizi, pure non continuativi, prestati anche presso altre Aziende del S.S.N. nel periodo intercorrente tra l’1 Gennaio 2002 ed il 31 Dicembre 2007, mentre non saranno considerate utili le proroghe successive alla data del 31 Dicembre 2007;

    3) In servizio in data anteriore al 31.12.2007 con una anzianità di servizio, alla stessa data, di almeno tre anni, anche non continuativi, maturati nel periodo intercorrente tra l’1 Gennaio 2002 ed il 31 Dicembre 2007, presso l’A.O.U. o presso altre aziende del S.S.N.

    Il bando di stabilizzazione a pag. 2 dice:
    La domanda per accedere alla procedura selettiva potrà essere presentata solo da coloro i quali abbiano svolto l’ultimo incarico a tempo determinato presso l’A.O.U. e per il profilo professionale relativo all’ultima qualifica posseduta.

    Il regolamento di stabilizzazione a pag. 5 dice:
    ART. 5
    Modalità di esecuzione
    Ai fini della formazione della graduatoria si terrà conto della maggiore anzianità di servizio nel profilo professionale a cui si partecipa e, a parità di anzianità nella qualifica, dei titoli nel seguente ordine di preferenza:
    1. Anzianità generica di servizio nel ruolo;
    2. Aver maturato il requisito dei tre anni di servizio presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “G. Martino” di Messina;
    3. Numero dei figli a carico a prescindere dalla condizione di coniugio;
    4. Minore età anagrafica.

    UNA NOSTRA OPINIONE PERSONALE
    al bando di stabilizzazione possono partecipare anche i colleghi dei 6+6, i colleghi che sono entrati in servizio il 1 gennaio 2008, chi ha maturato i mesi anche presso altre aziende del S.S.N. E CHI HA ACCETTATO L’INCARICO A TEMPO DETERMINATO PRESSO ALTRE STRUTTURE SANITARIE.

    ALCUNI COLLEGHI HANNO RIFIUTATO L’INCARICO SIA AL PAPARDO E L’A.U.S.L., PERCHE’ GLI ERA STATO DETTO DAL SINDACATO SE ACCETTAVANO NON POTEVANO PARTECIPARE AL BANDO DI STABILIZZAZIONE, “”UNA GRANDE MENZOGNA””.

  33. scusate ma non si deve scrivere uno dei requisiti:
    1)di avere 36 mesi al 31/12/2007
    2)di maturarlicon un contratto siglato prima del 28/09/2007
    3) o che già alla data del 31/12/2007 possedere i 36 mesi
    quindi se i 6+6 non tutti ma una buona parte non hanno i 36 mesi come accedono al bando? essendo che il loro contratto finiva quando ancora non hanno raggiunto il requisito dei 36 mesi.
    quelli che sono entrati il 01/01/2008 come fanno ad accedere se il 31/12/2007 non lavoravano presso il pliliclinico? chi non ha accettato altri incarichi avra avuto i loro motivi non certo principalmente quello che dite voi.
    mi sa che ancora una volta le menzogne le dite voi cosa scrivono nella domanda?
    se non hanno il primo ed unico requisito cioè 36 mesi al 31/12/2007e non avendo il contratto almeno il 28/09/2007? io non ci sto capendo più niente.
    fate e dite tutto voi. mah come fate ad essere cosi.
    se si firma una dichiarazione che non corisponde al vero l’aministrazione denuncerà il partecipante per dichiarazioni false con una ammenda fino a 10000 euri e la reclusione fino a tre anni fate voi!

  34. Rispondendo ai commenti di cui sopra vi spiego chi di seguito chi piò presenate la domanda:
    per poter partecipare al bando di stabilizzazione bisogna essere in possesso almeno di uno dei tre requisiti. Poichè diversi precari hanno le idee confuse riteniamo giusto spiegare,qui di seguito, in maniera più semplice i tre requisiti:
    1) requisito – la domanda va presentata da coloro che erano in servizio alla data del 31 dicembre 2007 e con almeno 36 mesi di servizio ,anche non continuativi, nei cinque anni che vanno dal 1 gennaio 2002 al 31 dicembre 2007;

    2) requisito – la domanda va presentato da coloro che hanno stipulato un contratto di lavoro entro e non oltre il 28 settembre 2007 presso L’A.O.U. e con una azianità di tre anni, anche maturata successivamente al 31 dicembre 2007.
    Su questo requisito parecchi fanno confusione,infatti, sono convinti che basta aver stipulato un contratto entro il 28 settembre 2007 per aver il requisito. Non è cosi!
    Il secondo requisito consente a tutti coloro che hanno stipulato il contratto entro il 28 settembre 2007 di poter maturare i 36 mesi,anche successivamente al 31 dicembre, fermo restando che la maturazione dei 36 mesi avvenga alla scadenza del contratto di lavoro. Tutti coloro che non hanno raggiunto i 36 mesi durante la vigenza del contratto non hanno il requisito.
    A titolo esemplificativo qui di seguito vengono riportati due casi:

    Precario a)
    ha stipulato con l’A.O.U. un contratto di lavoro entro e non oltre il 28 settembre 2007 la scadenza del contratto e nel mese di aprile 2008. Alla data del 31 dicembre 2007 ha 33 mesi di servizio maturati a decorrere dal 1 gennaio 2002. Nel mese di aprile 2008 raggiunge 37 mesi di servizio e, pertanto, il precario a) ha raggiunto il requisito per partecipare alla stabilizzazione;

    Precario b)

    ha stipulato con l’A.O.U. un contratto di lavoro entro e non oltre il 28 settembre 2007 la scadenza del contratto e nel mese di aprile 2008. Alla data del 31 dicembre ha maturato a decorrere dal 1 gennaio 2002 31 mesi di servizio. Nel mese di aprile 2008 raggiunge 35 mesi di servizio, di fatto il precario b) alla scadenza naturale del contratto non ha raggiunto i 36 mesi e,pertanto, non avendo il requisito non può partecipare al bando di stabilizzazione;

    3) requisito – bisognava essere in servizio alla data anteriore al 31.12.2007 con una anzianità di servizio, alla stessa data, di almeno tre anni sempre nel periodo tra l’1 gennaio 2002 e fino al 30.12.2007

  35. per poter partecipare al bando di stabilizzazione bisogna essere in possesso almeno di uno dei tre requisiti. Poichè diversi precari hanno le idee confuse riteniamo giusto spiegare,qui di seguito, in maniera più semplice i tre requisiti:
    1) requisito – la domanda va presentata da coloro che erano in servizio alla data del 31 dicembre 2007 e con almeno 36 mesi di servizio ,anche non continuativi, nei cinque anni che vanno dal 1 gennaio 2002 al 31 dicembre 2007;

    2) requisito – la domanda va presentato da coloro che hanno stipulato un contratto di lavoro entro e non oltre il 28 settembre 2007 presso L’A.O.U. e con una azianità di tre anni, anche maturata successivamente al 31 dicembre 2007.
    Su questo requisito parecchi fanno confusione,infatti, sono convinti che basta aver stipulato un contratto entro il 28 settembre 2007 per aver il requisito. Non è cosi!
    Il secondo requisito consente a tutti coloro che hanno stipulato il contratto entro il 28 settembre 2007 di poter maturare i 36 mesi,anche successivamente al 31 dicembre, fermo restando che la maturazione dei 36 mesi avvenga alla scadenza del contratto di lavoro. Tutti coloro che non hanno raggiunto i 36 mesi durante la vigenza del contratto non hanno il requisito.
    A titolo esemplificativo qui di seguito vengono riportati due casi:

    Precario a)
    ha stipulato con l’A.O.U. un contratto di lavoro entro e non oltre il 28 settembre 2007 la scadenza del contratto e nel mese di aprile 2008. Alla data del 31 dicembre 2007 ha 33 mesi di servizio maturati a decorrere dal 1 gennaio 2002. Nel mese di aprile 2008 raggiunge 37 mesi di servizio e, pertanto, il precario a) ha raggiunto il requisito per partecipare alla stabilizzazione;

    Precario b)

    ha stipulato con l’A.O.U. un contratto di lavoro entro e non oltre il 28 settembre 2007 la scadenza del contratto e nel mese di aprile 2008. Alla data del 31 dicembre ha maturato a decorrere dal 1 gennaio 2002 31 mesi di servizio. Nel mese di aprile 2008 raggiunge 35 mesi di servizio, di fatto il precario b) alla scadenza naturale del contratto non ha raggiunto i 36 mesi e,pertanto, non avendo il requisito non può partecipare al bando di stabilizzazione;

    3) requisito – bisognava essere in servizio alla data anteriore al 31.12.2007 con una anzianità di servizio, alla stessa data, di almeno tre anni sempre nel periodo tra l’1 gennaio 2002 e fino al 30.12.2007

  36. quindi da quello che leggo non possono presentare le domande coloro i quali sono entrati in servizzio l’01/01/2008 se non hanno il requisito n°3 ho sbaglio?
    e manco forse non tutti i 6+6 che non erano li perchè avevano finito in aprile o sbaglio? quindi come fa un comitato a dire che loro possono fare le domande per poi
    farli scatenare su coloro saranno stabilizzati? perchè siamo così duri a capire le cose?i requisiti in tutta la provincia di MESSINA aleno di quello che sò!
    c’è li hanno solo quelli e non tutti che sono stati licenziati! il 31/12/2007 poi tutti gl’altri vuoi perchè li hanno messi con la testa nel sacco dai rispettivi sindacati o loschi figuri!vuoi per ingordigia e mala fede!(speravano di rimanere loro per sempre)e qui era tutto legale! rimarranno fuori da ogni percorso selettivo e forse non lavoreranno più!
    ora mi domando era meglio che queste persone rimanessero presso le aziende dove lavoravano?
    o e stato meglio così si sono fatti un anno e non lavoreranno più?
    poi se quanto so è vero in ogni azzienda si può sempre arruolare personale pari al 24% dell’organico e di consequenza chi non stava lavorando poteva essere chiamato a fare dei periodi come quelli che stanno facendo e dichiarano di voler fare cioè a tempo determinato! così lavoravano tutti!
    e nel corso del tempo, come i primi in diverse graduatorie si sarebbero sistemati!
    anche loro! devono fare la gavetta come tutti perche se io (esempio) sono il primo nelle diverse graduatorie cittadine o nei primi posti sarò sempre primo perchè ho iniziato sempre prima del quarto del ventesimo e così via!
    io non posso lamentarmi e dire che sono un precario se ho iniziato a lavorare nel 99 quando per una coicidenza molto ingarbugliata su circa (al tempo si diceva ci fossero circa ) 800 ausiliari non cerano più ausiliari disponibbili ed hanno dovuto prenderne altri 100 ricordate? e da li che tutto è partito! chi ha incominciato in quel periodo.
    non può dire che ha gli stessi periodi di ha inizziato nel 95! ci sono 4 periodi di 3 mesi nel frattempo! e penso che queste figure abbiano la precedenza rispetto a coloro i quali hanno inizziato nel 99 o sbaglio! quindi se riflettete bene e fate due colcoli. vi convincerete, che ogni qualvolta si partecipava a delle graduatorie certo che quelli del 95 erano sempre primi! e non avevano bisogno di fare certificazzioni false! ma quelli che hanno inizziato nel 99 come molti di coloro che imprecano contro DIO e i più anziani di categoria.
    quelli si che per forza di cose hanno prodotto i certificati falsi! quindi se è così certo non è bello per chi rimane al palo ma almeno quelli più anziani di categoria è una grande RICOMPENSA dopo tanti anni di sacrifici di più rispetto ad altri.
    ora stateci di sopra al sig.GIORGIANNI che sta per fare il bando per 3 anni e il PAPARDO stessa cosa.
    e che il DIO vi aiuti tutti.

  37. SCORRERE SCORRERE

    E`ORA DI DIRE BASTA E` ORA DI FINIRLA CON QUESTA STABILIZZAZIONE, CON QUESTE LACRIME, STATE AIZZANDO UNA GUERRA TRA POVERI, LA GRADUATORIA DEVE SCORRERE SONO STATI RINNOVATI I CONTRATTI A LUGLIO 2007 LASCIANDO A CASA GENTE CHE NON HA NESSUN REDDITO, HANNO I REQUISITI MA QUALI REQUISITI HANNO? HANNO AVUTO SOLO LA FORTUNA DI AVER PROLUNGATO IL RAPPORTO DI LAVORO ED ORA GRIDANO CHE SONO RIMASTI IN STRADA E VOGLIONO LA STABILIZZAZIONE. SI DEVONO SOLO VERGOGNARE DI NON AVER COMBATTUTO PER TUTTI E 700 IN GRADUATORIA. QUESTA NON E` UGUAGLIANZA, QUESTO NON E`ESSERE COMUNISTA. CHI SONO QUELLI CHE NON HANNO AVUTO LA FORTUNA DI AVER RINNOVATO IL RAPPORTO DI LAVORO? FIGLI DI B…… IL DIRITTO E` UGUALE PER TUTTI.

  38. Ormai anche l’unico sindacato rimasto sembra si sia venduto. 700 persone sono abbastanza per organizzare manifestazioni e azioni di protesta.L’ausl non avvierà mai la stabilizzazione a causa dei troppi debiti e anche le altre aziende preferiscono avere una certa flessibilità.Il policlinico invece aveva la più alta percentuale di raccomandati che è servita ad avere i primi posti in graduatoria ora il prossimo passo è il posto fisso.

  39. basta solo la tua di testa e abbastanza pensante!
    l’ingiustizzia c’è stata quando hanno licenziato! 150 persone che gli toccava di essere assunti a tempo indeterminato!
    e gli altri invece di rompere i ….. chiedevano la stessa cosa nelle aziende dove lavoravano! e se ORA siete 700 e volete fare le manifastazzioni del ……. !!
    perche non vi siete aggracati al tempo e si chiedeva un unica stabilizzazione per tutti! quelli che lavoravano la potevano chiedere!
    quelli che non lavoravano essendo che rimanevano i primi lavoravano sempre a tempo determinato come chiedono ora!
    e non rompete più i ………. !! chi ha i requisiti entra chi non c’è li ha va a casa di quelli che ancora sono contro e si fanno campare!
    e non è vero che i debiti delle aziende influisce sulla stabilizzazione!
    non bettate fango sulle persone! …………… !

  40. AVVISO
    I COMMENTI DI QUESTO BLOG DA OGGI SONO MODERATI

    SIAMO STATI COSTRETTI AD ATTIVARE LA MODERAZIONE DEI COMMENTI, PER COLPA DI QUALCUNO CHE USAVA UN LINGUAGGIO OFFENSIVO E VOLGARE, VISTO CHE NON E’ ABITUATO AL DIALOGO IN MODO DEMOCRATICO.

    I COMMENTI PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI DEVONO ESSERRE APPROVATI DAL “COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”.

  41. finalmente avete capito che non tutte le persone sono educate e corrette
    moderate tutto mi raccomando.
    anche le menzogne, le frasi a doppio senso e le istigazioni.
    mi raccomando scrivete date informazioni esatte almeno voi.
    grazie e buona fortuna a tutti.

  42. miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ora ora arruvau u ferribotti! in carozzaaaaaaaaaaaaaa
    da fonte sicura il policlinico sanerà il buco di 20 milioni di debiti. con le condanne
    amministrative di coloro i quali presentano le domande e non hanno i requisiti!
    l’amministrazione denuncerà chiunque!
    state attenti!!!

  43. non aspettate oltre denunciate questo subdolo individuo.
    già c’è chi sa chi è!
    ma voi denunciatelo sibbito!
    oltre a rubbare per 2 volte il blog degl’ausiliari bello o brutto che era!
    a sotratto l’indirizzo ip del policlinico con reletivi fail dell’azienda!
    di conseguenza sarà condannato a non so quanto carcere! e poi dopo il giudizio della legge dovrà affrontare il giudizio dei suoi famigliari! che già lo stanno emarginando!

  44. PER & lsquo,

    NON SAPPIAMO COSA CI GUADAGNI AD INSERIRTI NEL NOSTRO SISTEMA DI CONTROLLO PER DANNEGGIARE E/O GESTIRE IL BLOG,

    NOI NON SIAMO TANTO IMBECILLI COME TU CREDI, E DAL MESE DI MARZO CHE TI SEGUIAMO, ESISTONO GLI ARCHIVI CARTACEI.

    ANCHE SE DISTRUGGI QUESTO BLOG …………. ” LE VIE DELLA PROVVIDENZA SONO INFINITE”

    “A BRIGANTE BRIGANTE E MEZZO”

    “CHI CENTO NE FA UNO NE ASPETTA”

    …………………… PER QUANTO RIGUARDA MIA MOGLIE COME DICI TU ………….

    ………..PER I FRUSTATI ED INUTILI MASSIMO DISPREZZO! ….

    ………… SAPETE CHE VI DICO: VOI SIETE PINOCCHIO IO SONO…………LUCIGNOLO!!!
    ……A ben risentirci.

    “A BUON INTENDITORE POCHE PAROLE”

  45. La stabilizzazione non serve più per combattere la disoccupazione? E’ giusto stabilizzare una piccola parte degli ausiliari in graduatoria solo se si possono garantire dei tempi certi per la stragrande maggioranza di cui è formata la stessa graduatoria.Che io sappia qualunque legge favorisce l’uguaglianza o a limite difende i diritti della maggioranza oppure diciamo di essere in democrazia e invece siamo fascisti? Ma poi a buttare in mezzo a una strada tutta quella gente che aveva tutto l’indispensabile per vivere in quei pochi mesi non aumentate la delinquenza?A cosa serve allora avere un posto fisso se poi bisogna ingrandire i carceri,gli ospedali e i cimiteri?

  46. appunto rispondendo ad ambiguità. appunto dicevo, se il 31.12.2007
    non buttavano fuori nessuno! ne al policlinico ne abbandonavano i posti di lavoro nelle altre azziende, ora non c’èra una piccola parte che si stabilizzava ma una massa enorme di precari. ma siccome siamo al sud e specialmente a messina dove l’ignoranza è superiore alle aspettative del ministro della pubblica istruzione.
    ora per aver sentito i compari e le comari. la maggiorparte dei precari rimarra senza lavoro.ah se al tempo giusto facevano la cosa giusta ora si che a messina la disoccupazione era dimezzata!! comu sa cunzaru ora sa manciunu! e non c’è ne fascisti ne comunisti semu tutti i stissi povireddi chi ni scannamu fra di nui!

  47. Il 19 settembre 2008 i nostri avvocati presso il tribunale del lavoro ha richiesto il licenziamento dei nostri colleghi in servizio presso il policlinico, dichiarando che la legge finanziaria prevede contratti di tre mesi, abbiamo commesso ancora una vigliaccata, siamo persone senza nessun pudore e coscienza. Noi insieme alla cgil siamo intoccabili, siamo in servizio presso l’azienda papardo con contratti di sei mesi, mentre tanti di noi hanno rifiutato il lavoro, siamo in servizio presso l’asl di messina con contratti di sei mesi ed abbiamo richiesto di fare 1 anno di lavoro come previsto nel bando di concorso, mentre tanti di noi sono stati in malattia per non iniziare a lavorare ed altri hanno rifiutato il lavoro, allo stesso tempo richiediamo al giudice del lavoro il licenziamento dei nostri colleghi, non siete per l’uguaglianza di tutti i lavoratori?
    conosciamo benissimo le persone che hanno dichiarato il falso, perché sono amici degli amici, ma vigliaccamente li stiamo coprendo?
    Alcuni di noi hanno tolto dei diritti ai nostri colleghi con la complicità di tutti?
    tanti di noi non avevano i mesi di servizio, ma grazie al militare hanno scavalcato tutti e si permettono di dichiararsi precari storici?
    Ma il militare c’è o non c’è?

    I nostri avvocati hanno dichiarato al collegio dei giudici che noi non possiamo partecipare al bando di stabilizzazione, perché la domanda per accedere alla procedura selettiva potrà essere presentata solo da coloro i quali abbiano svolto l’ultimo incarico a tempo determinato presso l’A.O.U.

    Gli avvocati parlavano sul serio o volevano impietosire i giudici?

  48. allora rispondo a ausiliaria:certo che fare l’infame senza avere niente in dietro e veramente da vili! quindi far licenziare i colleghi che stanno lavorando nelle svariate strutture e da cosi fidusi! ora ! ma quando è stata fatta la stessa cosa prima non ci facia nenti! ma comunque tutto passa e anche quest’anno è passato!
    ora chi ha i requisiti ENTRA CHI NO SI STA A CASA! per quelli che hanno messo il militare non è che hanno fatto un atto falso glielo ha permesso la legge!
    se non ti sta bene ci dovevi pensare prima no ora che sei rimasta fragata!
    ora la legge dice e penso che sarà così anche nella prossima finanziaria.
    che non si può fare contratti per più di tre mesi! e se si fanno devono essere come le suplenti della scuola; vi ricordate (miiiii oggi c’è a suplenti io non ci trusu fazzu campagnola) ecco ora i contratti devono essere fatti così il tizio sostituisce caio! nella mansione e ruolo! chiaro? ora se vi fanno fare un anno o sei mesi ,be che lo faccino! ben per voi. ma siate coerenti e dire pure noi stiamo lavorando al posto di colo che sono dopo di noi! ora le cose sono 2.
    o vi stati muti che a megghiu cosa.
    o lassati u postu a chiddi chi venunu dopu di vui. e faciti l’onesti ( ma mi pari chi onestu mancu sapemu chiddu chi voli diri) comunque buona fortuna a tutti!

  49. mi fa piacere che sei nei primi in graduatoria! così stai buona e tranquilla ma chi ti dice che io non sia il primo in assoluto? e poi l’importante che si acceda al lavoro primi o ultimi sempre 216 ne prendono. tutti quelli che hanno i requisiti ora e il resto dopo con il bando pubblico!e avranno un maggiore punteggio tutti quelli che erano in sevizzio il 31.12.2007 .

  50. si li dovevi conoscere prima ora è troppo tardi o no guardano il mondo con altri okki
    e danno molta informazione sopra tutto quella che ti vogliono togliere il diritto a occupare il posto che ti tocca al policlinico!! vedi quanta informazione che danno!!
    e mandate il commento se siete veramente imparziali fategli sapere che intenzioni avete! poi vediamo se vi dirà ancora che siete speciali! dovete solo fare e dire le cose come stanno la stabilizzazione tocca solo a chi ha i requisiti chi no va a casa e poi ci sono le altre aziende che stanno per fare il bando un anno rinnovabbile per tre quindi andrete a lavorare li e no dove non vi tocca!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! siate onesti con voi stessi

  51. ma che state facendo. un articolo 700 per non far valere la proroga!
    ma il vostro avvocato ve la detto che è valida a tutti gli effetti di legge!
    c’è stataconcessa con la legge dei contratti che parla chiaro! la proroga
    si può dare !!! e se avete soldi da buttare! conservateveli per quando non lavorerete più! invece di darli agli avvocati!perchè non vi faranno assumere neanche nelle altre aziende! visto che la finanziaria parla chiaro!
    tre mesi a supplenza! non credete che sia finita! si comincerà dall’asl a non far fare il bando così come lo vogliono fare. lo possono fare solo per chiamate a supplenza! ora ridemu!

  52. mi fa piacere non passate altri commenti per non far trapelare nulla siete veramente diabolici! questo vi fa onore! ma dovete farvene una raggione voi al policlinico non entrerete mai! come stabilizandi! come degenti forse perche poi troverete noi ad accudirvi e sai che fasta! entrerà solo chi ha i requisiti! mettetevelo in testa!

  53. Per il commento da “picciusa”,
    i commenti quando vengono inseriti li passiamo tutti, possiamo eliminare i commenti offensivi e volgari ma lo diciamo, uno tuo collega del 31/12/2008 ci aveva chiesto di pubblicare il bando di stabilizzazione e siamo stati i primi a farlo, un altro tuo collega ci ha chiesto la graduatoria del Papardo e l’abbiamo trascritta in word ed inserita. Puoi stare tranquilla che pubblicheremo tutto. Abbiamo sempre rispettato il pensiero di tutti, in fin dei conti rimaniamo sempre colleghi.

  54. SE quelli che hanno fatto sei mesi in più hanno perso la causa,gli altri ausiliari in graduatoria hanno diritto a fare un uguale periodo per eliminare questa disparità.Mentre chi ha autorizzato l’assunzione illeggittima deve pagare una sanzione amministrativa per ogni assunzione illegale che andrà distribuita all’azienda ed in particolare agli altri ausiliari in graduatoria a titolo di risarcimento.

  55. Ho letto un post su un quotidiano on-line di messina:
    http://www.tempostretto.it/8/index.php?location=articolo&id_articolo=10537

    Politica
    23/10/2008
    Il Pdci chiede che il Rettore rassegni al più presto le sue dimissioni
    Secondo gli esponenti del partitio, dopo gli ultimi fatti giudiziari, l’unica scelta che il Magnifico dovrebbere prendere è quella di abbandonare la propria carica
    Un comunicato essenziale ma diretto quello diffuso dal Partito dei Comunisiti Italiani in merito agli ultimi fatti giudiziari che hanno visto coinvolta la moglie del Rettore, Carmela Grasso e che, sostengono gli esponenti politici, non ha fatto altro che gettare, ancora una volta, pesanti ombre sulla realtà dell’Ateneo Peloritano.

    Alle vicende che hanno visto inevitabilmente il Magnifico, “dovrebbero seguire le dimissioni da parte dello stesso

  56. I corsi di oss non dovrebbero essere valutati, il bando di concorso dice:
    possono essere valutati i corsi di formazione professionale, con attestato di superamento di esami finali, organizzati da Enti dello Stato, dalla Regione o legalmente riconosciuti e di DURATA NON INFERIORE A MESI TRE, come tu sai TUTTI I CORSI DI O.S.S. dovrebbero essere carta straccia perché di durata DI UN MESE.
    Se poi l’azienda asl di messina vuole commettere illegalità, AFFARI SUOI.

  57. Il Comitato Precari Invisibili chiede scusa a strutturato A.O., involontariamente abbiamo cancellato una parte del tuo commento inserito sabato 25 ottobre 2008, oggi ci siamo accorti dell’errore commesso. Il commento di sotto era stato inserito da strutturato A.O.

    Ho letto un post su un quotidiano on-line di messina:
    http://www.tempostretto.it/8/index.php?location=articolo&id_articolo=10537

    Politica
    23/10/2008
    Il Pdci chiede che il Rettore rassegni al più presto le sue dimissioni
    Secondo gli esponenti del partitio, dopo gli ultimi fatti giudiziari, l’unica scelta che il Magnifico dovrebbere prendere è quella di abbandonare la propria carica
    Un comunicato essenziale ma diretto quello diffuso dal Partito dei Comunisiti Italiani in merito agli ultimi fatti giudiziari che hanno visto coinvolta la moglie del Rettore, Carmela Grasso e che, sostengono gli esponenti politici, non ha fatto altro che gettare, ancora una volta, pesanti ombre sulla realtà dell’Ateneo Peloritano.

    Alle vicende che hanno visto inevitabilmente il Magnifico, “dovrebbero seguire le dimissioni da parte dello stesso Tomasello” – tuona il Pdci – dimissioni che devono rappresentare il punto d’inizio di una profonda revisione dei metodi in uso ormai da tempo immemorabile nell’ateneo Peloritano, in particolare nel reclutamento dei docenti e di tutto il personale che è avvenuto spesso su base parentale”.

    Ho letto il commento di sotto scritto da Giuseppe:

    Giuseppe – 23/10/2008 18:42 Sono un precario del policlinico che è sempre stato un verminaio con questo rettore come denuncia la stampa e ancora di più quando non se ne parla.Lei non può licenziare tutti gli ausiliari in graduatoria per assumerne una piccola parte che si trova ai primi posti evidentemente perchè molti sono stati agevolati.La stabilizzazione riguarda tutte le aziende e tutti gli ausiliari!

    Ed ho inviato un mio commento per Giuseppe, ma TEMPO STRETTO NON L’HA PUBBLICATO:

    Per Giuseppe del 23/10/2008 ore18:42,

    per la situazione del Policlinico hai ragione, i Sindacati, Politici e AMMINISTRATORI hanno avuto ed hanno troppi interessi personali;

    il SINDACATO E L’AMMINISTRAZIONE PER SISTEMARSI A QUALCUNO CHE NON AVEVA I REQUISITI HANNO CREATO QUESTA GRAVE DISCRIMINAZIONE.

    TI PUOI SCORDARE CHE A MESSINA SI FACCIANO ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO PER IL PERSONALE AUSILIARIO.

    VEDI IL BANDO DELL’A.U.S.L. N. 5 DÌ MESSINA, PUO’ PARTECIPARE ALLA SELEZIONE ANCHE CHI E’ IN POSSESSO DELLA QUALIFICA DI OPERATORE SOCIO SANITARIO, TU SAI BENISSIMO COME HANNO AVUTO LA QUALIFICA;

    QUESTO BANDO E’ STATO FATTO COSI’ PER FAR LAVORARE I FIGLI, PARENTI E AMICI DEI SINDACATI, POLITICI E AMMINISTRATORI E M……….. CON LA QUALIFICA DÌ OSS;

    SE SI FANNO ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO, NON POSSONO PIU’ FAR LAVORARE I PROPRI AMICI;

    CONVIENE LA PRECARIETA’, FIN QUANDO FA’ COMODO ALLA CLASSE POLITICA, SINDACALE, AMMINISTRATIVA E M………;

    CI SONO STATI PERSONAGGI DURANTE LE ELEZIONI CHE SI DOVEVANO INTERESSARE PER UN DIRITTO NEGATO AI LAVORATORI, NESSUNO HA MAI CHIESTO COSE ILLEGALI, SI E’ SEMPRE CHIESTO IL RISPETTO DI’ TUTTE LE LEGGI;

    AVEVANO PROMESSO DÌ FAR BANDIRE IN TUTTE LE AZIENDE SANITARE DEI CONCORSI A TEMPO INDETERMINATO PER GLI AUSILIARI, STRANAMENTE SONO TUTTI SCOMPARSI.

    PER FAR BANDIRE DEI CONCORSI IN TUTTE LE AZIENDE SANITARIE, TUTTI GLI AUSILIARI DICO TUTTI, VI DOVETE UNIRE PER FORMARE UN GRUPPO, E DOVETE ESSERE IN PRIMA PERSONA A SCIOPERARE E MANIFESTARE NON ASPETTATE CHE QUALCHE SINDACALISTA O POLITICO SI INTERESSA DÌ VOI E SOLO ILLUSIONE;

    VEDI IL CASO DEGLI AGENTI SOCIO SANITARI DÌ PALERMO, TANTI ANNI FA’ CHIEDAVANO DÌ ESSERE ASSUNTI A TEMPO INDETERMINATO PRESSO IL POLICLINICO E LE AZIENDE SANITARE DÌ PALERMO MA NESSUNO LÌ ASCOLTAVA, SI SONO RIUNITI (SENZA APPOGGIO SINDACALE E POLITICO) ED HANNO OCCUPATO LA CATTEDRALE DÌ PALERMO FIN QUANDO HANNO OTTENUTO L’ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO, I GIORNALI E LA TELEVISIONE GIORNALMENTE DAVANO NOTIZIE DI’ QUESTA BELLA OCCUPAZIONE.

  58. “COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”

    Per il “Che”,
    Il nostro Blog funziona abbastanza bene, non è stato bloccato da nessuno, abbiamo avuto problemi nelle settimane scorse, con una singola persona che non ha niente a che fare con la Politica o il Sindacato, ha cercato di inserirsi nel nostro sistema di controllo per danneggiare, distruggere o gestire il Blog, in questo momento questo tizio non ci sta creando nessun fastidio.

    L’unico disservizio di oggi del Blog è stato che le statiche delle visite, delle pagine viste del contatore non ha funzionato per un problema di Histats.com., abbastanza visibile a tutti i visitatori.

    Siamo sempre disponibili a qualsiasi iniziativa a favore degli Ausiliari Specializzati Socio Sanitari, che sono precari dal 1991.

    http://precariinvisibilimessina.myblog.it/

  59. AREA541 o Stabilizzandi, in data 31 ottobre 2008 ore 0.40 ha inviato il commento di sotto sul blog http://furciblog.blogspot.com/

    AREA541 ha lasciato un nuovo commento sul tuo post ““COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B””:

    Ausiliari socio sanitari e precari di serie B. Mancato riconoscimento servizio secondo semestre 2007 e rigetto ricorso avverso avviso per la stabilizzazione

    Alcuni ausiliari socio sanitari hanno proposto un ricorso in via d’urgenza avverso l’A.O.U. G. Martino di Messina, per il riconoscimento del diritto allo scorrimento della graduatoria di concorso e del servizio relativamente al secondo semestre del 2007 e per la disapplicazione del provvedimento dell’A.O.U. che ha disposto la proroga dei precedenti contratti di lavoro fino al 31.12.2007.

    Tuttavia, il Giudice del lavoro di prima istanza non ha accolto il ricorso ex art. 700 .c.p.c., ritenendo legittima la proroga disposta dall’A.O.U.

    Lo stesso Giudice del lavoro non ha accolto il ricorso avverso l’avviso di stabilizzazione, volto anche a consentire l’accesso ai lavoratori che maturavano i 36 mesi nell’anno 2008, indipendentemente dal momento di stipulazione del contratto di lavoro, così come peraltro prevedono sia la legge 296/2006 che la legge 244/2007.

    Al riguardo, va rilevata l’intenzione di alcuni degli ausiliari che hanno avuto rigettato il ricorso, di proporre reclamo avverso i provvedimenti sopra indicati.
    Pubblicato da Avvocato Mario Mancuso

    31 ottobre 2008 0.40
    Alla faccia della verità come al solito il fantomatico comitato dei precari continua ad imperversare nel web distribuendo falsa informazione e sono palesemente contrari alla stabilizzazione del policlinico di messina per il semplice fatto che non avevano e non hanno i requisiti per potervi partecipare.Ragion per cui stanno smuovendo anche i santi in paradiso per mettere i bastoni fra le ruote ai 108 colleghi ausiliari che si apprestano ad essere stabilizzati dopo tanti anni di precariato,si stanno facendo spennare dal loro avvocato che le sta tentando tutte perfino il tar di catania per bloccare la stabilizzazione,fanno le vittime dicendo che ingiustamente è stata concessa la proroga di pochi mesi e fino al 31/12/2007 ma hanno perso anche questa causa
    Dovrebbero spiegare a tutti i visitatori di questo blog perchè hanno presentato domanda di stabilizzazione quando non avevano nessuno dei requisiti richiesti dal bando e perchè hanno fatto dichiarazioni mendaci(punibili penalmente)nella domanda dichiarando che erano in servizio dal giugno 2007 quando invece sono stati assunti il 01/01/2008 dopo aver fatto licenziare gli stabilizzandi con modi clientelari,sarà che saranno abituati se non tutti a f…… il pane dei propri simili con false attestazioni ed adesso che si presenta l’opportunità di assumere in via definitiva grazie alla legge sulla stabilizzazione continuano a rompere i c……,
    ma non ne avete abbastanza di aver lavorato per un anno intero al posto degli stabilizzandi?ma andate a c….. falsi e perfidi altro che verità se volete vere informazioni a riguardo andate sul blog degli stabilizzandi:
    http://stabilizzandipoliclinico.blogspot.com/

    Questa email é stata ricevuta e pubblicata da Furci Blog con qualche “punteggiamento” di alcune parole.
    http://furciblog.blogspot.com/

    Replica a Stabilizzandi / AREA541 dal Comitato Precari Invisibili e di Serie B inviata a http://furciblog.blogspot.com/

    “COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”

    Per Stabilizzandi o Area 541,
    noi non siamo abituati a dare cattiva informazione, nel nostro blog è riportato il comunicato del rigetto del nostro ricorso, per aver riconosciuto il mancato servizio relativamente al secondo semestre 2007.

    Tu che dai ottima informazione ometti di dire:
    che gli Ausiliari Socio Sanitari che erano in servizio fino al 31 dicembre 2007, iscritti con la CGIL DÌ MESSINA hanno presentato 4 ricorsi, sempre RIGETTATI, nei nostri confronti, in cui si chiedeva l’annullamento della delibera n. 882 del 28 dicembre 2007 di scorrimento della graduatoria e il relativo nostro licenziamento immediato, o in alternativa modificare il contratto di lavoro portandolo da 12 mesi a 3 mesi.
    Negli ultimi due ricorsi, i Giudici del lavoro di Messina riuniti in camera collegiale con ordinanze depositate i primi di ottobre 2008 hanno stabilito che la delibera di scorrimento della graduatoria E’ LEGITTIMO, che il contratto di lavoro di 12 mesi stipulato in data 31 dicembre è valido a tutti gli effetti di legge.

    SOTTO UN COMUNICATO DELL’AVV. MARIO MANCUSO:
    Ausiliari socio sanitari in servizio fino alla scadenza del contratto di lavoro
    Gli ausiliari socio sanitari, attualmente in servizio a tempo determinato presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico G. Martino di Messina, resteranno in servizio fino alla scadenza dei contratti di lavoro.
    Il Tribunale di Messina, infatti, non ha accolto il reclamo proposto da alcuni ausiliari, il cui rapporto scadeva il 31.12.2007, avverso il provvedimento del Giudice di prima istanza che ha rigettato il ricorso introduttivo avverso la deliberazione n. 882 del 28.12.2007 con cui l’A.O.U. G. Martino di Messina ha disposto lo scorrimento della graduatoria di un concorso per ausiliari socio sanitari.
    I lavoratori predetti, infatti, chiedevano il rinnovo del contratto di lavoro per un ulteriore anno, a partire dall’1.1.2008, a danno di coloro che sono stati assunti a tempo determinato fino al 31.12.2008, in esecuzione della delibera n. 882 del 28.12.2007.
    Dopo un travagliato iter giudiziario, è stata finalmente definita, in via cautelare, una vicenda che si trascinava da molti mesi tra ricorsi incrociati e manifestazioni di vario genere.
    Pubblicato da Avvocato Mario Mancuso http://www.avvocatomancuso.net/

    PREMESSO CHE NESSUNO DI NOI HA MAI PRESENTATO FALSE DICHIARAZIONI, VISTO CHE SEI A CONOSCENZA DI FATTI ILLECITI, TI CONSIGLIAMO DI PRESENTARE UN ESPOSTO/DENUNCIA DETTAGLIATO.

    NOI ABBIAMO PRESENTATO RICORSO IN VIA D’URGENZA AVVERSO L’A.O.U. G. MARTINO DI MESSINA, PER AVER RICONOSCIUTO IL MANCATO SERVIZIO RELATIVAMENTE AL SECONDO SEMESTRE 2007.

    SICURAMRNTE SEI INFORMATO MALE:

    – NESSUNO DEL COMITATO HA INTENZIONE DI BLOCCARE IL BANDO DI
    STABILIZZAZIONE;

    – SE QUALCUNO HA MESSO IN GIRO QUESTE VOCI E’ TUTTO FALSO.

    Cordiali Saluti

    Messina, 31 ottobre 2008

    “COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”

  60. La battaglie vanno fatte e condotte avendo una strategia finale che serva a trovare magari un compromesso utile per la persone coinvolte:Non capisco l’utilità di tanti ricorsi che non hanno nessun presupposto giuridico di riuscita,ivi compreso quello presentato al Tar di Catania. Se avete alle spalle qualcuno che vi ha suggerito questa strategia è un/a condottiere/a che vi sta utilizzando contro i precari in possesso dei requisiti:Infermieri,tecnici,fisioterapisti e ausiliari, infatti questi precari in possesso dei requisiti si costitueranno in difesa della stabilizzazione e difenderanno il loro diritto ad essere stabilizzati. Chi vi ha consigliato a fare questo? Al policlinico tutti gli indizzi partono alla brutta,cattivissima e pazza dottoressa. Siete convinti che questa persona vi è amica? Non pensate che vi sta utilizzando per farsi i cazzi suoi? Vi ricordo che la dotteressa nel 2007 insieme al suo amico vi ha fregato 10,00€ procapite per far cosa? quanti soldi hanno guadagnato con tutti i precari? Le voce che girano dicono 3.500,00 €.Che utilizzo hanno fatto di tanti soldi la commare e il compare? Sicuramente non sono stati utilizzati per i vostri e quando dico vostri interessi parlo di tutti i precari, tanto è vero che ancora siete tutti nella merda. La vostra battaglia è sbagliata nessun tribunale potra rinonoscere i requisiti che non avete. Con i vostri ricorsi state super legittimando il tutto. Svegliatevi utilizzate la testa prendete coscenza non vi mettete con quelli che vi stanno conducendo, giorno dopo giorno, dinnanzi al precipizio per buttarvi sotto. Non ascoltate la brutta dottoressa lei è solo cattiva e come sapete il male non prevale mai sul bene.
    Se avete capito bene altrimenti sono cazzi vostri.

  61. Caro anonimo, se quello che dici tu è vero, 10€ ciascuno non sono niente per il piacere ed il dovere di difendere i propi interessi sino al tribunale.Tantissimi ausiliari e tanti avvocati e giudici prima o poi troveranno il modo di ingabbiare quel rettore sempre indagato, c’è sempre una prima volta e le insinuazioni sono come mine vaganti destinate prima o poi a colpire il bersaglio.Poi vedremo se la stabilizzazione è una legge a favore dei lavoratori o di un piccolo gruppo di raccomandati.

  62. x Spartacus e Giuseppe,
    Non avete capito,come al solito niente, o siete così perchè madre natura vi ha buttato a questo mondo così e non c’è niente da fare oppure siete in malafede. Per quanto riguarda Spartacus i 10€ sono soldi che sono stati dati da un gran numero di precari fra febbraio e marzo 2007 a due loschi personaggi del Policlinico con la promessa che si interessavano, tramite domanda a farli stabilizzare al Policlinico. Di tutti i soldi che hanno preso dei precari nessuno sa che utilizzo hanno fatto e dove sono finiti quei soldi. Sicuramente non sono serviti per la stabilizzazione, infatti il bando è stato pubblicato nel mese di settembre del 2008. Voi pensate di essere furbi mentre siete degli stupidi vi siete fatti truffare nel 2007 10€ procapite e non avete chiesto alle due persone che vi hanno truffate conto. Sicuramente quei soldi sono finiti nelle tasche dei due personaggi del Policlinico che voi sapete chi sono e non avete il coraggio di dirlo, tanto voi siete bravi a scannarvi fra di voi e non avete tempo di capire il mondo che vi circonda.

    Spartacus tu di quello che scrivi sicuramente non sapevi niente di questi 10€ dati a due loschi personaggi del Policlinico, infatti fai confusione pensi che sono soldi dati all’avvocato non c’entra niente. I tuoi colleghi (con o senza requisiti) sono stati truffati hai capito truffati nel 2007 con la scusa di presentare una domanda inesistente a quella data hanno dato 10€ procapite e a tutt’oggi non sanno che fine hanno fatto quei soldi. Capisti li hanno truffati si truffati a tutti quanti. Ciao

  63. Anche noi siamo in buona fede, non siamo a conoscenza del pagamento dei 10,00 euro da parte degli Ausiliari.

    Come tu sai bene, siamo a conoscenza di altri soldi pagati dagli Ausiliari, per tante promesse e prese in giro, e continuano a prendere in giro tanti colleghi con tante promesse da marinaio.

    Ci sono personaggi che agiscono solo per un personale interesse, allontanando e deviando con ridicoli discorsi per non affrontare il vero problema che interessa a tutti cioè un posto di lavoro fisso, cercando di mettere gli Ausiliari uno contro l’altro e dando cattiva informazione.

    Abbiamo cercato di affrontare un discorso serio, con un tavolo di trattativa che si doveva svolgere a Febbraio 2008 in Prefettura, in presenza degli Assessori Regionali alla Sanità, al Lavoro e alla presenza di tutti i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie di Messina, e una rappresentanza di Ausiliari.

    Ma grazie a qualcuno non si è fatto niente, cercando in tutti i modi di bloccare la nostra iniziativa, con scuse varie, e mettendoci in cattiva luce.

  64. Per anonimo
    I precari costano molto di meno dei posti fissi e si adattano molto di più al continuo variare della situazione economica dell’azienda mantenendo pressocchè invariata la qualità dei servizi.Inoltre il precario può essere facilmente spostato in altro reparto e difficilmente domanderà malattia e maternità.Il posto fisso non è stato fatto in tempi migliori e viene fatto in tempi di crisi e contro le linee guida tracciate dal governo?Mio caro improvvisato portavoce di pecoraro certamente la stabilizzazione si deve fare ma per tutte le aziende e per tutti gli ausiliari e in un’altro momento.Quando protestano quei pochi ausiliari che vogliono stabilizzare non è poi così grave se invece protestano le molte centinaia di precari che verranno tagliati fuori ci saranno problemi di ordine pubblico ed alla fine anche legali perchè l’operato del rettore e company verrà guardato con più attenzione e questa è una cosa che non gli conviene o forse pensano di fare tanti soldi con le sanzioni di tutti quelli che li insultano troppo.Ma pecoraio è come tomasello se non se lo sente dire non crede:

  65. Certo hai ragione dico solamente xazzate, voi stabilizzandi invece siete così buoni selezionati e controllati, pensa che statisticamente almeno un ausiliario su 800 dovrebbe avere un istinto cannibale e quando si vedrà privato dell’indispensabile non pensare che sia una xazzata se t’invita a mangiare.Se poi viene scoperto anche la tua idea del film non è male.

  66. per la collega:

    (Selezione ausiliario specializzato)

    MODELLO DI DOMANDA da redigere su carta libera

    AL Direttore Generale
    dell’Azienda U.S.L. n. 5
    Area Gestione Risorse Umane
    Ufficio Concorsi
    Via La Farina, 263
    98123 – Messina

    Oggetto: avviso pubblico di selezione, per titoli, per la formulazione di una graduatoria per il conferimento di n. 260 incarichi a tempo determinato di Ausiliario Specializzato (cat. A1)

    Il/la sottoscritt _ …………………………………………………………………………… nat _ a ………………………………………………… il …………………………….
    residente in ………………………………………………………………. prov. ……….
    in via …………………………………………………………………………… n. ……….,
    c.a.p. …………… – Tel. n. ……………………. ,

    CHIEDE
    di essere ammess _ a partecipare alla selezione pubblica per il conferimento di n. 260 incarichi a tempo determinato per la durata di anni uno di Ausiliario Specializzato addetto ai Servizi Socio Assistenziali presso codesta Azienda USL n. 5 Messina di cui al bando allegato alla deliberazione n.3474 del 09/10/2008.

    A tal fine il/la sottoscritt _ ………………………, consapevole che nell’ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci si applicheranno le sanzioni penali previste dell’art. 76 del D.P.R. n. 445/2000, sotto la propria responsabilità civile e penale,

    DICHIARA:
    a) di essere nat _ a ………………….. il………………;
    b) di essere residente a ………………….. in Via …………………………………………….;
    c) di essere di stato civile coniugat _ (con n………figli a carico);
    d) di essere cittadino italiano o equiparato ai sensi delle leggi vigenti o di essere cittadino di uno degli Stati dell’Unione europea (indicare lo stato di appartenenza);
    e) di essere iscritto nelle liste elettorali del comune di ……………………. (indicare eventualmente i motivi della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste);
    f) di non aver/aver riportato condanne penali (specificare le eventuali condanne penali);
    g) di non aver/aver procedimenti penali pendenti (specificare le eventuali procedimenti penali pendenti);
    h) di trovarsi nella seguente posizione nei riguardi degli obblighi militari;
    i) di essere in possesso del seguente titolo di studio: ……………… …………………………………………………………………………………………………………………………….
    conseguito nell’anno ………. presso ……………………………………………..;
    l) di essere in possesso della seguente qualifica professionale: ………………………………
    conseguito nell’anno ………. presso ……………………………………………..; (corsi di formazione professionale inerenti alla sanità);
    m) di essere in possesso dei seguenti requisiti specifici di ammissione: qualifica professionale di Ausiliario Socio Sanitario Specializzato conseguita nell’incarico dal …………… al ………….. presso ……………………….., certificata a mezzo iscrizione negli elenchi del competente ufficio del lavoro di ……………………… per come acquisita nel periodo di occupazione;
    n) di aver prestato i seguenti servizi presso pubbliche amministrazioni (indicare l’ente, i periodi e le eventuali cause di risoluzione del rapporto) ovvero di non aver prestato servizio;
    o) di non essere stato destituito/a o dispensato/a dall’impiego presso una pubblica amministrazione e di non essere stato/a dichiarato/a decaduto/a da altro impiego ovvero licenziato/a dall’impiego presso una pubblica amministrazione, per persistente insufficiente rendimento o a seguito dell’accertamento che l’impiego fu conseguito mediante produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile;
    p) di essere in possesso dell’idoneità Psico-fisica all’esercizio delle funzioni da espletare;
    q) di essere dispost _ ad assumere servizio presso l’U.O. assegnata, e di accettare le condizioni previste in materia di impiego di cui alle vigenti normative, incluse quelle concernenti divieti o limitazioni al libero esercizio della professione;
    r) di accettare incondizionatamente le norme del presente bando e le norme contenute nel vigente regolamento organico dell’Azienda U.S.L. n. 5 di Messina;
    s) di essere in possesso dei seguenti titoli di preferenza;
    t) di eleggere domicilio, agli effetti della presente domanda di assunzione, in
    via …………………………………………………….. n. ……….. città …………. cap…………….,
    tel. n. …………………………………………., riservandosi di comunicare tempestivamente ogni eventuale variazione dello stesso.

    Il/la sottoscritt _ dichiara sotto la propria responsabilità che quanto su affermato corrisponde al vero e si obbliga a comprovarlo mediante la presentazione dei prescritti documenti, nei termini e con le modalità stabilite nel bando.

    Il/la sottoscritt _ autorizza, infine, ai sensi dell’art. 11, legge 31 dicembre 1996, n. 675, ed ai sensi del decreto legislativo n. 196/2003, l’amministrazione dell’Azienda U.S.L. n. 5 di Messina al trattamento di tutti i dati personali ed alla pubblicazione sul sito aziendale, forniti con la presente istanza e formati successivamente nell’ambito dello svolgimento dell’avviso, per le finalità espresse nel bando di avviso pubblico.

    Ai fini dell’ammissione e della valutazione di merito, Il/la sottoscritt _ allega alla presente domanda:
    – fotocopia carta d’identità;
    – un elenco in triplice copia, con la specifica dei documenti e titoli presentati datato e firmato;
    – un curriculum formativo e professionale datato e fimato;
    – certificato attestante la qualifica di Ausiliario Specializzato addetto ai servizi socio assistenziali rilasciato dal competente ufficio del lavoro di ____________ per come acquisita nel periodo di occupazione;
    – (titoli o documenti, in copia unica, ritenuti utili ai fini della valutazione).

    Data ……………………. Firma ………………………

  67. Su la Gazzetta del Sud di oggi 9 novembre 2008, pag. 41,c’è un importantissimo articolo a firma di Giuseppe Palomba dal titolo “Illegittimità dei contratti a termine. Il Giudice del Lavoro Condanna l’ASL”.

    Devo riconoscere che, ancora una volta Domenico Carnevale, ha avuto ragione in quello che dice.infatti, lui l’aveva già detto e scritto quando era in possesso del BLOG “Giustizia,Legalita e libertà”. Chi si ricorda il Post ? E’ quello della foto del Cinese che ha fermato i Carri Armati.Il titolo del Post è : “DISOBBEDIENZA CIVILE”. Leggete attentamente, qui di seguito cosa aveva scritto il 18 Maggio 2008, purtroppo, non è stato da tutti noi, precari, capito o qualcuno ha fatto finta di non capire. Mi preme dire che quello che Lui dice è sempre vero, purtroppo, molti di noi preferiscono ascoltare e credere alle favole poi col tempo arrivano le verità e sono le stesse verità che Lui aveva già detto qualche mese prima.
    Vi chiedo, di non censurare, questo commento e vi informo che questo commento sarà incollato in altri blog e nel giornale elettronico Tempo stretto:

    domenica 18 MAGGIO 2008

    DISOBBEDIENZA CIVILE

    HO DA QUALCHE MESE UN CHIODO FISSO CHE MI TORMENTA GIORNALMENTE. QUESTO CHIODO FISSO E’ DOVUTO AD UN’ATTENTA LETTURA DELLE DUE LEGGI FINANZIARIE 2007 E 2008 E DA TUTTE LE CIRCOLARI EMANATE IN QUESTI DUE ANNI DAL MINISTRO E DAL MINISTERO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SUL RECLUTAMENTO DI PERSONALE NEL PUBBLICO IMPIEGO. L’APPELLO CHE VORREI LANCIARE A TUTTI I PRECARI DELLE PROFESSIONI SANITARIE DI MESSINA,(IN PARTICOLAR MODO AGLI AUSILIARI SOCIO SANITARI) E’ DI UNIRSI PER FARE UN UNICO FRONTE CHE SERVA AD ABBATTERE IL SISTEMA RICATTATORIO E OPPRESSIVO CHE VI ATTANAGLIA. L’UNITA’ DI QUESTO FRONTE SE SI RIUSCISSE A FARE SERVIREBBE A DIRE BASTA ALLA PRECARIETA’! BASTA CON CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO DI TRE O SEI MESI. PER FARE QUESTO BISOGNA EFFETTUARE LA DISOBBEDIENZA CIVILE. DISOBBEDIENZA CIVILE CHE CONSISTE NEL RIFIUTARE, TUTTI QUANTI, ALLE CHIAMATE A TEMPO DETERMINATO, E CHI E’ IN SERVIZIO DIMETTERSI. IN POCHISSIMI GIORNI CROLLEREBBE IL SISTEMA. LE AZIENDE OSPEDALIERE SI TROVEREBBERO TUTTE SENZA PERSONALE SANITARIO CON GROSSISSIME DIFFICOLTA’ NEL GARANTIRE I SERVIZI. SERVIZI CHE SOLO VOI POTETE GARANTIRE RIVENDICANDO IL DIRITTO PREVISTO DALLE LEGGI FINANZIARIE E CIOE’ LA STABILIZZAZIONE DI CHI E’ IN POSSESSO DEI REQUISITI E LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO. PER QUANTO RIGUARDA LE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO SONO PREVISTE DALLA NUOVA LEGGE FINANZIARIA ENTRATA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2008.INFATTI, LA NUOVA LEGGE FINANZIARIA PREVEDE CHE LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE POSSONO ASSUMERE PERSONALE SOLO, ED ESCLUSIVAMENTE, A TEMPO INDETERMINATO.
    LA MIA RIFLESSIONE E’ LA PURA UTOPIA DI UN SOGNATORE ? OPPURE PUO’ ESSERE UN EVENTO RIVOLUZIONARIO?
    UN POPOLO UNITO NON SARA’ MAI SCONFITTO!!!!!!

    VI CHIEDO IL VOSTRO PENSIERO A RIGUARDO.
    F.to Domenico Carnevale

  68. Le gradutarie dei profili tecnici sono stati pubblicati nel sito dell’A.O.U., per gli infermieri e gli ausiliari dovrebbero uscire Martedi 12 novembre 2008. Se qualcuno ha le graduatorie prima di martedi questo è reato. Come è stato fatto per i profili già pubblicati non ci sarà una graduatoria degli esclusi ma soltato degli idonei. Chi non ha i requisiti l’a.o.u. invierà una comunicazione a casa.

  69. a regazzi’ pensi che carnervale sia così stupido da consegnarti l’oggetto del contendere dandoti motivo di adire per l’ennesima volta le vie legali?
    Sappi comunque che la graduatoria di cui parli altro non è che un abbozzo ufficioso e non ufficiale degli aventi diritto ad essere stabilizzati in base solo ai mesi di servizio nel quinquiennio senza tener conto dei: carichi familiari, minore età anagrafica, totale servizi durante l’arco della vita lavorativa espletati nelle aziende sanitarie pubbliche ed è stata fatta solo a scopo informativo per “pizzicare” gli eventuali furbetti di turno che tenteranno di intrufolarsi con autodichiarazioni che…
    lasciano a desiderare.Ragion per cui la graduatoria ufficiale sarà diversa per posizioni ma non per nominativi e, se diversamente, zac! togliremo le pietre nelle lenticchie, quelle di capodanno s’intende.

  70. DarKDeVil hai capito tutto complimenti.

    Ci toglieremo parecchie soddisfazione martedì, tutti dicevano che gli ausiliari con i requisiti erano meno di 40 (soprattutto la dottoressa e il suo compare dell’amministrazione si proprio quelli che hanno truffato 10€ a tutti i precari e sono incazzati perchè non possono truffare altri soldi e raccontare bugie alla povera gente. ) mentre martedì ci sara una valanga di ausiliari con i requisiti. Per noi non è una sorpresa lo sappiamo da molti mesi,grazie al lavoro fatto, e devo dire che siamo stati molti furbi a far credere diversamente a tutti. Le bugie hanno le gambe corte la verità alla fine trionfa.

  71. ma non scrivete più in questo blog ? non havete più nulla da dire? ora andrete tutti a lavorare al’u.s.l. FORSE! a dite all’avvocato mancuso. che la maserati che ha ordinato color rosso fuoco è arrivata può passare a ritirarla alla concessionaria! ora suo figlio vuole la moto! dai un’altro ricorso e altri 20mila euri cosi gliela compriamo!!

  72. Alla manifestazione di oggi di Piazza del Popolo anche gli Ausiliari Socio sanitari della CGIL che erano in servizio al 31 dicembre 2007 al policlinico di Messina partecipano alla manifestazione, anche loro chiedono di essere assunti anche se non hanno raggiunto i 36 mesi CON LA PROROGA.

    STRANO MA VERO, CON TUTTA LA PROROGA TANTI DI LORO NON RAGGIUNGONO IL LORO OBIETTIVO CIOE’ LA STABILIZAZIONE.

    GRAZIE DI CUORE,

    IO E TANTI ALTRI COLLEGHI RIENTRIAMO E SAREMO STABILIZZATI ABBIAMO I REQUISITI SENZA NESSUNA PROROGA.

    GRAZIE AL MIO GRANDE FRATELLO

  73. Il blog viene aggiornato, inseriamo cose che posso essere utili ai visitatori sicuramente non sei molto attento, questo blog è nato come punto di riferimento per tutti gli Operatori Sanitari e assistenziali: A.S.S. – A.S.S.S. – A.S.A. – O.T.A. O.S.S. . O.S.S.S. – Infermiere Generico – O.S.A. – Assistenti Anziani – etc.

    Il nostro fine principale è l’assunzione a TEMPO INDETERMINATO di tutti gli Ausiliari Socio Sanitari Specializzati e tutelare i nostri interessi nel rispetto delle leggi.

    Per raggiungere questi fini il COMITATO impiega metodi di natura democratica, dialogo, interventi di informazione, sensibilizzazione, confronti, iniziative ed organizzazione di conferenze e manifestazioni e quanto altro possa essere ritenuto opportuno e necessario per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

    Di difendere i diritti degli Ausiliari Socio Sanitari Specializzati, ponendo in essere tutte le iniziative possibili per assicurare, secondo giustizia, il riconoscimento dei diritti dei lavoratori, ricercandone le soluzioni alla luce dei principi sociali cristiani.

    Di studiare e realizzare iniziative di promozione delle attività del Comitato stesso attraverso qualsiasi mezzo di comunicazione, coinvolgendo e mobilitando l’opinione pubblica.

    Di costituirci quale interlocutore e studiare forme di collaborazione con i Sindacati, Istituzioni, Partiti Politici, Comitati, Circoli, e gruppi di cittadini che perseguono analoghi obiettivi. In particolare, il Comitato collaborerà con tutte le altre Associazioni che promuovono l’assunzione dei vincitori di concorso da parte di tutte le pubbliche amministrazioni italiane.

    Di recare sostegno a quanti si propongono di perseguire i medesimi fini.

    Noi non siamo abituati a scrivere da noi commenti in anonimo, e poi rispondere sempre in anonimo, tanto per far apparire a visitatori che ci sono decine e decine di commenti.

    Noi non possiamo rispondere se non vengono inseriti commenti.

    Meglio pochi commenti che tanti taroccati.

  74. non è vero che voi difendete tutti gli ausiliari! siete bugiardi e falsi. perchè se era vero ciò che dite non facevate la figura dei pulcinella! facendo ricorsi e contro ricorsi bensì, vi sareste alleati a difendere i primi ad essere stabilizati !
    e di conseguenza poi tutti insieme si partiva per la stabilizzazione di tutti gli altri. nelle varie aziende. voi difendete solo i vostri interessi! perchè non fate anullare il bando del’ausl 5 e fate fare il bndo publico dato che hanno l’autorizazzione a farlo! siate furbi no accecati dall’ira.

  75. COORDINAMENTO STABILIZZANDI POLICLINICO DI MESSINA
    stabilizzazione @gmail.com

    COMUNICATO

    I lavoratori stabilizzandi (infermieri, logopedisti, tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di neurofisiopatologia, tecnici sanitari di radiologia, terapisti della riabilitazione, ausiliari specializzati socio-sanitari, ecc.) del Policlinico di Messina sono certamente solidali con i “Precari invisibili di serie B”: la loro lotta per un posto fisso, o come si direbbe in “sindacalese” a tempo indeterminato, è la nostra lotta, peccato che quando noi sostenevamo che la legge Finanziaria 2008 vietava in linea di principio le assunzioni a tempo determinato, loro hanno preferito “prendersi” un contratto annuale, salvo solo ora che il contratto sta per scadere accorgersi che la legge prevede ben altro.
    La nostra lotta per ottenere la stabilizzazione presso il Policlinico di Messina è stata una lotta dura e lunga:
    – in data 31 gennaio 2008 veniva firmato il Protocollo d’intesa tra l’Assessore Regionale per la Sanità e tutte le OO.SS del Comparto Università (FLC CGIL, CISL Università, UIL PA, SNALS-CISAPUNI, CSA di CISAL) per attivare le procedure di stabilizzazione del personale precario non dirigenziale delle Aziende Ospedaliere Universitarie della Regione Siciliana;
    – la Giunta Regionale con Delibera n. 45 del 13 febbraio 2008 ha approvato all’unanimità il Protocollo di cui sopra;
    – l’Assessorato alla Sanità con D.A. n. 1633/08 ha autorizzato l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Messina ad emanare il bando per la selezione delle figure professionali da stabilizzare;
    – il 12 settembre 2008 veniva pubblicato l’avviso di selezione pubblica per la stabilizzazione del personale non dirigenziale;
    – tra il 6 e l’11 novembre venivano pubblicate le graduatorie provvisorie generali di merito delle selezioni per la stabilizzazione del personale non dirigenziale.
    Ora siamo in attesa della pubblicazione della graduatoria definitiva e una volta avvenuto ciò chiediamo con forza che l’Amministrazione del Policlinico di Messina proceda immediatamente alla trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato per coloro che sono in servizio e all’assunzione immediata a tempo indeterminato di tutti glia altri, così come previsto dalla Legge Finanziaria 2008 e dal Protocollo d’intesa tra l’Assessore Regionale per la Sanità e tutte le OO.SS del Comparto Università del 31 gennaio 2008.
    Ricordiamo che una volta conclusa la procedura comporterà la stabilizzazione di oltre 250 lavoratori appartenenti alle diverse figure professionali.
    Inoltre la contestata “proroga” concessa agli ausiliari specializzati socio-sanitari è assolutamente in linea con le normative di legge, tanto che i diversi ricorsi giudiziari proposti contro sono stati tutti rigettati.
    Riteniamo che il nostro impegno non si debba concludere con la stabilizzazione ma debba continuare chiedendo alle Aziende Ospedaliere di fare i concorsi a tempo indeterminato così come previsto dalla Legge Finanziaria 2008: chiediamo ai “precari invisibili di serie B” di unirsi a noi in questa lotta per ottenere il tanto sospirato posto a tempo indeterminato, che solo ci può sottrarre al “ricatto” del bisogno.

  76. Vorrei poter fare gli auguri ai precari di serie B, affinchè possano trovare anche loro la sospirata stabilizzazione, affidandosi però ad un sindacato che veramente li segue, e non ai soliti sciacalli che li usano soltanto per avere i voti durante le elezioni.
    Secondo il mio parere l’occasione da sfruttare e quella dell’Asl che a breve farà le chiamate sempre a tempo determinato, chissà se con un pò di pressione da parte loro si potrebbe fare qualcosa.
    In bocca a lupo ragazzi.

  77. Per anonimo,
    ti ringraziamo per le tue belle parole dette con il cuore, noi con la stabilizzazione non possiamo rientrare, come tu sai benissimo, la mancata assunzione del mese di luglio, agosto e settembre 2007 ci ha fatto perdere la possibilità di raggiungere i 36 mesi di servizio e siamo fuori da qualsiasi prospettiva di stabilizzazione e con un grave danno economico.

    Tanti di noi hanno più mesi di servizio di alcuni colleghi che saranno stabilizzati, ma noi non rientriamo perché ci sono delle date da rispettare con i protocolli d’intesa firmati a gennaio.

    Tu sei a conoscenza che tanti colleghi con tutte le proroghe dei contratti di lavoro non hanno raggiunto i 36 mesi di servizio.

Lascia un commento